Ash di Joe Quesada e Jimmy Palmiotti – Recensione

Ash_eventcomics1Titolo: Ash
Autori: Joe Quesada (storia e disegni), Jimmy Palmiotti (storia e chine)
Edizione originale: Ash #1-6 (1994-95) Ash ZERO (1998), Wizard-Ash 1/2 (1997) (Event Comics)
Edizione italiana: Event #1-4 – Ash #1-3, 0 (Cult Comics/Panini Comics, 2000)

Alla prima lettura la miniserie Ash qualche anno fa mi disse ben poco, ma mancava il numero 0 con il finale.
Una volta recuperato il nr 0 e riletto tutto quanto il finale è riuscito a capovolgere le mie opinioni? La risposta è NO!
Troppa carne al fuoco e poca sostanza. Nei sei numeri che compongono la miniserie vediamo la trasformazione del protagonista e l’eroe incontrare e affrontare ben quattro avversari, ognuno dei quali con la sua buona dose di segreti, e per segreti intendo che sti personaggi arrivano dal nulla, dicono cose incomprensibili per il lettore (che nelle intenzioni degli autori dovrebbe essere incuriosito da tali misteri ma che nei fatti non succede) e se ne vanno. L’unica cosa chiara è che Ash è in qualche modo collegato con uno dei villain, l’Attore.
Troppi personaggi, troppi misteri. Il troppo stroppia. E quello che manca è un protagonista carismatico; quando il protagonista si trasforma in Ash, almeno in questa prima miniserie, non parla, e insomma ci troviamo di fronte ad un personaggio privo di carattere. Sappiamo che Ashley Quinn ha dei sensi di colpa ed è un buon pompiere che non ha paura di rischiare la vita per salvare quella altrui, ma di Ash non si sa nulla, certo è eroico… e poi? Nella storia breve contenuta nel nr 0 Ashley controlla Ash e può parlare ma è troppo poco per poter giudicare, anche se pare il classico eroe che fa il simpatico.
Il numero 0 tuttavia spiega come Ashley abbia ricevuto i poteri, e tra viaggi temporali, un futuro post apocalittico ed esperimenti genetici, la storia non è neppure malaccio, peccato che non riesca a salvare il resto.

Sinceramente non riesco proprio a capire cosa trovarono in Quesada e Palmiotti all’epoca alla Marvel, da consentirgli il lancio della linea Marvel Knights. Fortunatamente Quesada ha trovato una sua dimensione nel mondo dei fumetti diventando un personaggio di punta alla Marvel, guidandola nel suo periodo migliore e capace anche di sfornare opere come Devil: Father.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...