Clone vol.1 e 2 – La minirecensione

Clone vol.1 coverTitolo: Clone vol.1: prima generazione
Autori: David Schulner, Juan Jose Ryp, Felix Serrano
Edizione originale: Clone #1/5 (Skybound/Image, 2014)
Edizione italiana: Collana Skybound – Clone vol.1 (saldaPress, 2014)

 

 

 

 

Clone vol.2 coverTitolo: Clone vol.2: seconda generazione
Autore: David Schulner, Juan Jose Ryp, Andy Troy, Wade McIntyre, Aaron Ginsburg
Edizione originale: Clone #6/10 (Skybound/Image, 2014)
Edizione italiana: Collana Skybound – Clone vol.2 (saldaPress, 2014)

Tra le certezze della vita possiamo indubbiamente annoverare la nostra individualità. La nostra unicità. E se un giorno scoprissimo di non essere unici ma di essere solo un numero in una serie? O peggio.. un esperimento! Su questo quesito si può dire che poggi Clone, serie creata da David Schulner (produttore e sceneggiatore televisivo americano, che si è imposto in questi anni nel panorama narrativo americano grazie alla produzione e alla sceneggiatura di The Event, Desperate Housewives e What About Brian), e Juan Jose Ryp (famoso per aver disegnato il Robocop di Frank Miller) facente parte del catalogo Skybound, etichetta fondata da Robert Kirkman, l’autore di The Walking Dead, che da un anno o più saldaPress si é impegnata a pubblicare anche nel nostro paese. La storia in breve vede il dr. Luke Taylor, in attesa del primo figlio dalla bellissima moglie con tutti i dubbi e pensieri che un cambiamento del genere comporta, fare la scoperta di essere solo uno di tanti cloni dalle identiche fattezze, cloni a cui stanno dando la caccia per ucciderli, coinvolgendo così moglie e nascituro in una storia fantascientifica e distopica.
In realtà, almeno nel corso di questi primi 10 episodi, del protagonista non ci viene rivelato nulla, se non che farebbe qualsiasi cosa per salvare la sua famiglia.
Probabilmente nelle intenzioni dell’autore questa mancanza di caratterizzazione vuole crare una sorta di empatia del lettore nei confronti di Luke, facendo provare al lettore quel senso di smarrimento provato da Luke stesso nel sentirsi privato della propria individualità, della peopria identità. Chi é realmente Luke Taylor? O forse si tratta solo di una mancanza dovuta alla superficialita dell’autore ma, nel caso fosse voluto, si tratta di un arma a doppio taglio che da una parte crea effettivamente empatia ma dall’altra impedisce al lettore di affezionarsi al protagonista della storia, privo di quel carisma o di quella simpatia che possiamo trovare in personaggi come Rick Grimes (The Walking Dead), Jesse Custer (Preacher) o Yorick Brown (Y The Last Man).

Clone è stato presentato come un fumetto d’azione e indagine psicologica che tratta un tema contemporaneo di carattere scientifico come la clonazione ma a conti fatti a fare la parte del leone è solo l’azione. Luke una volta scoperto di essere un clone non si pone poi così tante domande, a lui interessa salvare sua moglie e come in un action movie dei bei tempi andati non ci pensa due volte ad impugnare una pistola e ad affrontare una sparatoria. L’indagine psicologica tanto decantata è solo sfiorata attraverso il desiderio dei vari cloni di differenziarsi, chi facendosi crescere la barba, chi tatuandosi totalmente il corpo, come una sorta di metafora della società dove gli individui cercano disperatamente di distinguersi dalla massa ma che paradossalmente finiscono per uniformarsi ad un gruppo.

Clone, in questi primi due volumi, si può riassumere come un ottima idea, dal grandissimo potenziale, ma ancora non pienamente sviluppata pur rimanendo un ottimo fumetto action.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...