Godzilla, il film del 2014 – La minirecensione

godzilla-2014-poster-wallpaperDi Godzilla sai poco e niente, giusto un infarinatura quanto basta per sapere A) il film del 1998 di Roland Emmerich del materiale originale ha solo il nome e B) che questo è più fedele compreso l’aspetto del mostro (conosci il nome anche di qualche altro mostro della compagnia ma fine).

La trama in breve senza spoilerare troppo: nel 1999 nelle Filippine in seguito ad un crollo minerario viene rinvenuto un enorme fossile antico e due crisalidi preistoriche, una delle quali è aperta. La creatura si dirige quindi verso la centrale nucleare della città giapponese Janjiro, vicino a Tokyo, dove vive a lavora il supervisore Joe Brody (Bryan Cranston, l’acclamato protagonista di Breaking Bad di cui non hai visto nemmeno un episodio, ma in compenso conosci tutto Malcolm in the middle), con la moglie e collega Sandra e il figlio Ford, che assiste impotente alla morte della moglie durante la catastrofe.

Quindici anni dopo ritroviamo Ford Brady (che adesso ha il volto di Aaron Taylor-Johnson che avete sicuramente visto nei panni di Kick-Ass e Pietro Maximoff in Avengers: Age of Ultron) divenuto un ufficiale dei Navy Seals ed esperto artificiere, sposato con la bella Elle (Elizabeth Olsen, quella che poi sarà sua sorella Wanda Maximoff in Avengers, sarà un caso?) e padre del piccolo Sam. Lo stesso giorno del suo rientro dalla guerra è costretto a tornare in Giappone perché il padre è stato arrestato, i due in questi anni si sono allontanati per l’ossessione di Joe di scoprire la verità sugli eventi accaduti quindici anni prima, convinto che la vera causa dell’incidente sia stata insabbiata.

Decisamente un buon inizio se non fosse che evidentemente agli sceneggiatori del film Breaking Bad non piace e quindi han ben pensato di eliminare il personaggio di Cranston quasi subito (nonostante nel trailer venga suggerito chiaramente che sia lui il protagonista) eliminando ogni traccia di pathos nella pellicola. Inizia così una sorta di secondo film, questa volta con protagonista il figlio Ford, un personaggio totalmente privo del coinvolgimento emotivo del padre rendendo quasi inutile quel dramma mostratoci all’inizio, Ford potrebbe benissimo essere una persona qualsiasi che si ritrova sballottato qua e la dagli eventi, ma che guardacaso è anche un esperto Navy Seals (di quelli fighi che ne sanno sempre una in più di te) così da poterlo buttare nella mischia con i militari impegnati nel fermare i mostri, a cui interessa solo tornare dalla famiglia (che manco a farlo apposta tra tutti i posti possibili abitano proprio nella prossima tappa del monster tour). Qualcuno starà dicendo: beh dai che ci frega, almeno c’è Godzilla, no? Beh, per quel poco che si vede, Godzilla c’è, che se non c’era sarebbe stato come guardare un qualsiasi film catastrofico. Ma non bastano quelle poche botte tra mostri a fare un film bello e coinvolgente. Quello che poteva essere un grande film finisce con l’essere solo banale e noioso fallendo pure sul piano del puro intrattenimento.

Annunci

2 thoughts on “Godzilla, il film del 2014 – La minirecensione

  1. Non potrei aggiungere altro!
    Il film del ’98 di Godzilla avrà avuto solo il nome, ma questo del 2014 non ha neanche il mostro XD

    Se la sono giocata bene nei trailer [volevamo tutti il Cranston vs Zilla] ma il film per me non si distingue da altri monster/disaster movie visti in giro.
    Aggiungo solo che, per quanto possa essere fedele all’originale, a me non piace neanche il look di Godzilla. È tozzo, ha il culone e le gambe che sembrano non avere zampe [in una scena si vede chiaramente che sono due tronchi che vengono giù senza dita XD]. E poi il “raggio” che sputa dalla bocca fanno vedere che ha origine dalla coda……Perché?!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...