Devilman vs Hades, The Lone Ranger e… Battlin’ Jack Murdock

DevilmanVsHades1Dopo aver mollato diverse serie è diventato difficile stare dietro alla rubrica delle nostre letture che ultimamente sono state un po’ monopolizzate del manga Beelzebub di cui abbiamo già parlato tempo fa e su cui magari torneremo una volta finita la serie, ma ora eccoci qua per parlare di alcuni recuperi di queste ultime settimane.

Iniziamo con Devilman vs Hades, miniserie in tre volumi pubblicata da Star Comics tra Settembre e Novembre 2015, che ho letto con enorme ritardo perché… beh perché mi ero scordato di comprare il terzo volume, può capitare no? Ma vediamo di che si tratta. Basato sulla celebre saga demoniaca di Go Nagai Devilman vs Hades è un manga realizzato dal Team Moon nel 2012 per celebrare il 40° anniversario di Devilman e… Mazinga Z! Si perché paradossalmente la storia pur riportando nel titolo il nome di Devilman pare aggiungere più alla mitologia di Mazinga Z che non a quella dell’uomo diavolo, cercando di ricollegarsi alla saga robotica che pare fosse priva di un vero finale cercando di rimediarvi nonostante qualcuno abbia fatto notare che questo venne già fatto da Gosaku Ota all’epoca ma ormai i fan di Go Nagai dovrebbero sapere che all’autore piace giocare con i suoi personaggi e che non dovrebbero prendere tutto così tremendamente sul serio. Devilman vs Hades non va necessariamente preso come un tassello canonico delle due serie Nagaiane, non voglio entrare nel merito della Mazinger Saga di cui non so praticamente niente, ma per quanto riguarda Devilman questa storia fa testo solo a se stesso essendo impossibile da collocare all’interno della saga e il perché lo si può comprendere dal finale, un finale che a molti ha deluso ma che io ho trovato perfetto, un finale aperto che non svela chiaramente chi ha vinto la sfida del titolo, anzi il fatidico scontro non ce lo fanno proprio vedere! Perché se si risolve tutto a botte è sempre la solita solfa e non va bene, se si fa qualcosa di diverso non va bene lo stesso. Quindi è una storia da buttare? No, assolutamente, Devilman vs Hades è un fumetto godibilissimo e scorrevole che non pretende di avere lo stesso spessore della serie classica ma non è diretto a tutti, non perché brutto ma perché decontestualizzato dalla serie classica (lo ripeto, nonostante non vada preso per canonico) ha poco senso leggerlo, una lettura for fans only dove la parte del leone la fanno i magnifici disegni del Team Moon (ah di cui non so nulla, vedrò di informarmi) che ci propongono forse il più bel Devilman di sempre dopo la versione simil Xenomorfo (e dai capezzoli giganti!) di Yu Kinutani vista in Amon. Piaciuto? Molto. Consigliato? Solo ai fan.

The Lone RangerLasciamo il Giappone per andare nel selvaggio west per parlare di The Lone Ranger. Personaggio nato nel lontano 1933 in uno show radiofonico e poi divenuto protagonista di serie tv, fumetti e più di recente del film prodotto dalla Disney che me lo ha fatto conoscere e che personalmente trovo sottovalutato nonostante si distacchi dal personaggio originale. Tra Ottobre e Novembre 2015 l’Editoriale Cosmo si è presa la briga di recuperare i primi undici episodi (su 25) dell’ultimissima serie a fumetti dedicata al Cavaliere Solitario (come veniva chiamato nell’edizione italiana del serial tv) edita da Dynamite nel 2007. Scritta da Brett Matthews e disegnata da Sergio Cariello, la serie è un reboot che ci rinarra le origini del Ranger, come si diceva poco sopra per Devilman vs Hades, anche qua si tratta di una lettura leggera e scorrevole, nulla di imprendiscibile ma che personalmente mi sento di consigliare perché si tratta di qualcosa di diverso per il mercato americano, ok forse qualcuno dirà che per questo ci sono gli ormai tanti fumetti indipendenti della Image ma per meno di 12 euro (6,90 il primo volume, 5 il secondo, in formato bonellide tutto a colori) uno sforzo lo si può fare. Il tutto impreziosito dalle bellissime cover di John Cassaday. Peccato che forse la serie non proseguirà rimanendo così incompleta, non ho ben capito se per decisione della Cosmo o della Dynamite stessa, ma personalmente spero in una prosecuzione.

battlin jack murdockE chiudiamo con quella che forse è stata la più bella lettura fumettistica degli ultimi tempi: Battlin’ Jack Murdock. Ristampato il mese scorso in una bellissima edizione cartonata sulla Daredevil Collection di Panini Comics, Battlin’ Jack Murdock è una miniserie di qualche anno fa con testi di Zeb Wells e disegni di Carmine Di Giandomenico. Una miniserie di Daredevil che non parla di Daredevil bensì di suo padre, per l’appunto il pugile Battlin’ Jack Murdock. Diviso in quattro episodi, quattro round, quattro round in cui ci viene narrata la storia di un uomo costretto dalla vita a compiere delle azioni di cui va poco fiero, tutto per il bene del proprio figlio. Pochi giorni fa leggevo un commento su facebook relativo al trailer di un film di prossima uscita (Rogue One, A Star Wars Story), vi starete chiedendo che c’entri con Daredevil, beh niente in effetti ma il commento in questione diceva “film inutile, tanto sappiamo già come andrà a finire”, ecco anche per questo fumetto, come per qualsiasi storia prequel dopotutto, sappiamo già come andrà a finire ma questo, e lo dico a te mio caro utente facebook, non significa che non possa arrivare dritto al cuore e colpire duro come un gancio destro. Narrato magnificamente, disegnato magnificamente, Battlin’ Jack Murdock è una vera perla. Provare per credere.

Annunci

One thought on “Devilman vs Hades, The Lone Ranger e… Battlin’ Jack Murdock

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...