Universo DC: Rinascita – Recensione

universo-dc-rinascita-cutprice

Parliamo di DC Universe: Rinascita, l’albo che negli ultimi mesi tanto ha fatto parlare e primo tassello del nuovo rilancio della DC Comics. Non si tratta di un ennesimo reboot ma di una sorta di anello di congiunzione tra pre e post reboot, un qualcosa che ha come scopo quello di riavvicinare i lettori scontenti dei New 52 e di riportare in continuity elementi classici e dimenticati a cui i lettori erano affezionati. L’albo in questione è scritto dal solito Geoff Johns ed è disegnato da artisti del calibro di Ethan Van Sciver, Ivan Reis, Phil Jimenez e Gary Frank. Come dicevo DC Rebirth ha fatto molto parlare di se per diversi motivi: l’aver riportato sulla scena l’originale Wally West (il Flash degli anni 90/2000 e motivo principale per cui io ho comprato l’albo) e il collegamento con una delle storie più importanti della DC Comics e del fumetto in generale, se non sapete a quale titolo mi riferisco sappiate che ha a che fare con una spilla, non aggiungo altro. Questo collegamento svela il coinvolgimento di un entità superiore che starebbe dietro ai cambiamenti avvenuti con Flashpoint andando un po’ a scagionare Barry Allen, odiato da una parte del fandom dopo il reboot. La storia in se devo ammettere che mi è piaciuta, gran parte del merito ovviamente va a Wally ma non basta la sua sola presenza, Johns prende a piene mani dalla mitologia del personaggio con riferimenti ad elementi risalenti alla storica run di Mark Waid che probabilmente i lettori più giovani non riusciranno a cogliere ma che tutto sommato son ben spiegati all’interno del racconto. E non mancano i momenti commoventi come l’incontro tra Wally e Barry, il pezzo migliore di tutto l’albo. Alla DC continuano a ripeterci che i New 52 non sono mai stati concepiti come un reboot e questo ne è la dimostrazione. Francamente continuo a non crederci, in questi anni non ci sono stati indizi a favore di questa tesi, la mia impressione in questi anni di reboot è stata che andassero molto a naso, senza una vera e propria organizzazione e pianificazione, basti pensare al fatto che una storia a pochi mesi dalla sua uscita andasse a cozzare con quanto narrato in un altra testata, quindi come posso credere che sia tutto nei piani quando non riescono ad essere coerenti nel piccolo? Questa Rinascita mi pare più una confessione o un ammissione da parte di Johns e soci di tutto quello che di sbagliato hanno realizzato con il reboot, di tutto quello che i lettori amavano dei personaggi e che gli è stato tolto. In una botta sola ritornano il Superman originale, Wally West, amori dimenticati e una rivelazione sul Joker che va così a giustificare il cambiamento visto nel reboot. Rinascita è una grossa pezza per risanare tutti i danni fatti in questi ultimi anni, una pezza un po’ paracula che per attirare ulteriormente l’attenzione va a tirare in ballo una delle graphic novel più famose di sempre… idea che potrebbe rivelarsi geniale quanto disastrosa, solo il tempo ci dirà chi ha avuto ragione. Detto ciò la curiosità c’è, la speranza di ritornare all’universo DC pre-Flashpoint no.

Annunci

10 thoughts on “Universo DC: Rinascita – Recensione

  1. Io ho iniziato a seguire “seriamente” la DC con il lancio dei New 52, ma tra una cosa e l’altra [soprattutto il calo di alcune serie] ho cominciato ad abbandonare poco a poco le varie testate rimanendo alla fine solo con Superman e Lanterna Verde.
    Credo che come fatto per la Marvel, approfitterò di questo ennesimo reboot per abbandonare tutte le testate e per concedermi esclusivamente ai volumetti con i vari archi [così se non mi piace amen, non ne prendo più, ma almeno non sto a spendere soldi in continuazione ogni mese o peggio ancora ogni due settimane].

    Del “fattaccio” della spilla invece sono stato inevitabilmente bombardato a suo tempo quando uscì fuori negli USA. Onestamente non so che pensare. Come colpo di scena è da applausi, un mindfuck da vero maestro, una cosa che NESSUNO al mondo si sarebbe aspettato, ma come conseguenze…non saprei. Non vedo proprio a cosa potrebbe portare questa scoperta, spero solo che ci abbiano costruito una bella storia dietro, se no questo Rebirth rischia di diventare l’ennesimo autoglorificato reboot DC.

    • Bravo, fai come me che ho abbandonato gli spillati in favore dei volumi, penso che ci sia un tempo per tutto e gli spillatini personalmente li ritengo più adatti ad un pubblico più giovane meno selettivo e con meno risorse. Tornando a Rinascita boh scomodare un mostro sacro del fumetto di quel calibro può significare due cose: o sono dei geni o sono totalmente alla frutta, ma non necessariamente una cosa esclude l’altra. Indubbiamente c’è la volontà di sfruttare un nome famoso, ed è la seconda volta che lo fanno in questi ultimi anni. C’è anche chi lo interpreta come il voler fare un passo con il decostrzionismo riportando l’ottimismo nei supereroi, metafora interessante che in parte condivido ma che non riesco a contestualizzare del tutto con l’attuale corso della DC. In un discorso più ampio del mercato del fumetto si, alla sola DC no.

  2. Della linea Rebirth sto leggendo in lingua originale:

    – Blue Beetle;
    – Nightwing;
    – Superman;
    – Freccia Verde.

    Il primo è gradevole, il secondo è ottimo, Superman e Freccia Verde invece sono davvero eccezionali.
    Anch’io ho la certezza che ai tempi del New 52 la DC andava molto a naso. Parlo di certezza e non di sensazione perché Rob Liefeld la abbandonò proprio per questo motivo: non sopportava più il fatto che la DC cambiasse continuamente i propri piani, anche all’ultimo minuto.
    Ad esempio, ricordo che misero Liefeld a scrivere un crossover tra Grifter e Superman, con l’ovvio fine di risollevare le vendite di Grifter. E alla fine cosa successe? Quando Liefeld aveva già scritto la sua parte della storia, la DC gli disse di buttarla via, perché avevano deciso di chiudere comunque Grifter, e quindi del crossover con Superman non se ne faceva più nulla.
    Sarebbe come se ad uno sceneggiatore affidassero la sceneggiatura di un film, lo lasciassero lì a lavorarci sopra per mesi, e alla fine gli dicessero “Scusa, abbiamo scherzato”: capisci bene che è un modo di fare decisamente poco professionale e poco rispettoso del lavoro altrui.
    Comunque anch’io compro tanti volumi e pochi spillatini: a meno che la serie non mi piaccia un casino, preferisco leggere gli archi narrativi tutti in una volta quando escono in volume, piuttosto che un pezzettino al mese. Seguo molto meglio la storia, e me la godo anche molto di più.

    • Io sono proprio arrivato al punto che gli spillatini mi davano noia, comprarli mese per mese era diventata vera e propria routine, mi dava noia e non me li godevo più, anche per le varie storie in appendice che un tempo leggevo con più spensieratezza, ora con il moltiplicarsi dei titoli devo per forza fare selezione. Povero Liefeld, e povero Grifter, con lui sono letteralmente spariti tutti i personaggi della WildStorm tranne forse Midnighter, personaggi totalmente stravolti nei New 52 e poi messi da parte. E mica per niente ora li rilanciano al di fuori della continuity. Blue Beetle mi ha sempre incuriosito, un giorno lo proverò.

      • Grifter è il mio personaggio preferito della DC (anche più di Batman e Freccia Verde, che pure adoro), quindi ti puoi immaginare che salto sulla sedia ho fatto quando ho letto che sarebbe tornato in grande stile, sulla serie The Wild Storm che partirà se non ricordo male il mese prossimo.
        Non sapevo tuttavia che questa serie fosse fuori dalla continuity. Cosa vuol dire?

        • Grifter e altri personaggi che con i New 52 sono stati protagonisti di serie come Stormwatch e Team 7 nascono originariamente alla Image Comics nella linea WildStorm di Jim Lee, poi Jim Lee decise di vendere la WildStorm alla DC. Divenne quindi un’etichetta interna della DC ma separata da Batman e compagnia, con Flashpoint e i New 52 invece sono stati inseriti all’interno dell’universo DC, come dicevo prima stravolgendoli non poco. Con The Wild Storm intendono rilanciarli al di fuori della DC, nuovamente come sottoetichetta e separati da Batman e soci. Spero di essere stato chiaro 🙂 in ogni caso pare che ci saranno dei doppioni in giro, potresti vedere lo stesso personaggio in una serie DC e in una Wild Storm ma in realtà si tratterà di due versioni differenti. Almeno stando a loro.

          • Capisco. Non mi piace questa separazione tra universo Wild Storm e universo DC, perché a mio giudizio l’interazione tra i due mondi fumettistici aveva dato ottimi risultati artistici nel periodo New 52. Tuttavia, per me l’importante è che sia tornato Grifter: non vedo l’ora che la DC lo tolga dalla naftalina! 🙂 Grazie per la piacevole chiacchierata! 🙂

            • Non ho letto Grifter (volevo provarlo ma poi tra una cosa e un altra me lo son scordato) ma ho letto StormWatch per amore dei personaggi che ho conosciuto nel pre New 52 sulle pagine di The Authority e purtroppo li ho trovato fortemente decontestualizzati e stravolti ed è abbastanza palese che non abbiano trovato il riscontro del pubblico, tutte le serie New 52 ex WS sono state chiuse nel giro di tre anni, su StormWatch in meno di tre anni ho visto alternarsi ben tre sceneggiatori. Staremo a vedere che ci riserverà questo nuovo rilancio. Grazie a te per i commenti 😉

  3. Sono sostanzialmente d’accordo con te ! Il reboot ha portato con sé tanti cambiamenti e tentativi di “svecchiamento” che hanno finito per allontanarsi troppo dallo spirito originario dei personaggi Dc, soprattutto nella fase DC YOU. Rinascita quindi vuole fare marcia indietro e ridarci le classiche icone del fumetto che tutti conosciamo ! Speriamo che questa sia la volta buona…!!! ;-p

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...