L’infanzia in un Tag

Nominato ufficiosamente dal Conte Gracula e ufficialmente da Johnny Cornerhouse mi accingo a partecipare alla divertente iniziativa intitolata L’infanzia in un Tag, ovvero un giochino, una sorta di catena di Sant’Antonio in cui rievocare alcuni oggetti che han definito la nostra infanzia. Da che ho capito dai post dei colleghi in teoria dovrei nominare cinque cose e poi altrettanti blogger, niente di complicato.

Tra la Torre Nera e Death Note, dove non potevo non dire la mia, queste ultime giornate di lavoro decisamente piene e lunghe ed infine pure un malware che ho dovuto debellare ci ho messo più del previsto ma alla fine ce l’ho fatta, queste cose van fatte come si deve eh! Le immagini sono tutte prese dal web.

TRANSFORMERS

transformers-toysGià nominati dai colleghi blogger, avrei potuto cercare qualcos’altro e citarli solo brevemente ma i Transformers sono stati troppo importanti per la mia infanzia che non potevo far finta di nulla. Da piccolissimo ero appassionato di praticamente tutti i robottoni che passavano in tv, non me ne perdevo uno, ma col tempo ho finito con l’abbandonarli un po’ tutti. I Transformers no, erano qualcosa di diverso e ho continuato a seguirli finchè ho potuto. Amavo i giocattoli, ne avevo tanti di diverso tipo e collezioni, non conoscevo i nomi di tutti i Transformers che avevo ma non mi importava granché all’epoca. Purtroppo me ne son rimasti solo due, l’Autobot Doublecluth e il Decepticon Terradive (i nomi li ho scoperti solo anni dopo con internet), gli altri non ho la più pallida idea di che fine abbiano fatto, credo i miei li abbiano buttati per errore (o forse no), loro han sempre negato. Piccola storia triste: da piccolo mi buttarono via Optimus Prime, anzi Commander, credendolo rotto… mapporc… va beh, oggi ho fatto pace con i robottoni, Daitarn 3 è un idolo assoluto e i robot di Go Nagai un must, in particolare amo Getter Robot. E i Transformers continuo ad amarli nei nuovi fumetti e per sfizio personale di recente mi son comprato un bellissimo Decepticon dalla collezione Combiners Wars, si tratta di Onslaught il corpo centrale di Bruticus, ho in programma di prendermi anche gli altri membri della squadra, i Combaticons.

ACTION FIGURES

Spider-Man The Animated Series ToysCon questo diciamo comprendo tanti brand. Amavo tantissimo tantissimi cartoni animati, non l’avreste mai detto vero? E di conseguenza volevo i giocattoli, non li avevo di tutti ma qualche modello qua e là per serie fortunatamente son riuscito ad averlo. Tartarughe Ninja, Masters, Power Rangers, Cavalieri dello Zodiaco, Cinque Samurai, Gli Sbullonati (Crash Test Dummies) e tanti altri. Per ogni cartone che mi piaceva c’era almeno un pupazzo, come si chiamava all’epoca, per poi passare alla serie del momento successiva. Solo con Spider-Man e gli altri eroi Marvel (si ero già in fissa) ho continuato a farmene comprare, alla fine credo di averne collezionati una ventina del ragnetto che comprendevano un Capitan America sotto anabolizzanti e un Daredevil che mettevo assieme ad Iron Man e ai pochi X-Men che avevo. Da amante dei fumetti per questi giocattoli ho avvisato tassativamente mia madre di non buttarli assolutamente via. Magari un giorno potrei farci una vetrinetta… (ho alcune foto in qualche cartella ma non le trovo)
Purtroppo non ho mai avuto uno Street Sharks, il cartone era bruttino (ma mi piaceva) ma i giocattoli della Mattel erano davvero spettacolari!

MIGHTY MAX

Mighty MaxGiocattolo cult per i ragazzi della mia generazione, Mighty Max era sto ragazzino in possesso di un cappello magico che lo trasportava dove c’era bisogno di lui, che praticamente era il prescelto di turno per sconfiggere il male. I giocattoli, prodotti dalla Mattel) consistevano in questi guschi, di solito dalla forma del volto del mostro di turno, che aperti diventavano dei playset in miniatura con tanto di omini, di solito Max, il cattivo e un mostro gigante. Ne avevo diversi, anzi li ho ancora in cantina da mia madre, penso una decina da diverse serie, alcuni mi erano stati regalati da alcuni zii (quando ancora mi facevano regali, o per meglio dire contavano ancora qualcosa per me, o io per loro) e mi ero fatto prendere anche una confezione con i soli personaggini. Mi piaceva davvero tanto, guardavo sempre il cartone animato, ricordo di essermi perso l’ultimo episodio alla prima messa in onda per recuperarlo con le repliche subito andate in onda prima di scomparire per sempre dalle reti italiane. Avevo anche l’album di figurine della Merlin Collection, l’unico che sono mai riuscito a completare! Poi come un cretino ho buttato via tutti gli album… ma questa è un altra storia.

DINOSAURI

DinosauriDa piccolo piccolo ero letteralmente in fissa per i dinosauri, ma chi da bambino non lo è stato? Tra pupazzetti in plastica e libri erano una presenza fissa della mia infanzia, non mancavano disegni di robottoni giapponesi contro dinosauri, conoscevo tutti i nomi delle specie, avevo un poster regalatomi da mio cugino appeso in camera (sostituito nell’adolescenza dalla locandina de La Minaccia Fantasma), poi arrivò Jurassic Park con i rispettivi giocattoli. L’amore per i dinosauri finì per placarsi piano piano con il passare degli anni lasciando spazio ad altre passioni, oggi non ricordo tutti quei nomi ma continuano ad affascinarmi.

FUMETTI

fumetti libreria camerettaNon potevo non nominare la mia passione primaria. I miei primissimi fumetti risalgono a quando avevo 6-7 anni, qualche Disney e L’Uomo Ragno 102 dell’Agosto 1992 (“Vendita al minuto”), lo ricordo benissimo, ero in vacanza al mare. Poi grazie ai cartoni de L’Uomo Ragno e degli X-Men mi sono avvicinato ai fumetti Marvel ma il colpo di grazie arrivò con i Power Rangers (cosa c’entrano? ne parlavo qua). Tra gli 8 e i 9 anni praticamente ho conosciuto tutta la Marvel e qualche altro fumetto sempre pubblicato dall’allora Marvel Italia, come lo stupendo The Mask, un fumetto forse un po’ più per adulti che non per un bambino. Ai tempi delle medie i primi manga, Dragon Ball e i Cavalieri dello Zodiaco in primis, alle superiori dopo un paio di anni di soli manga son tornato a leggere anche i comics e da lì è iniziata la mia vera malattia che è continuata a crescere a dismisura. (questa foto invece è della mia cameretta, solo una parte della mia collezione, alcuni di quelli ormai li ho venduti da tempo, altri son qua dove vivo, altri che potete vedere nella foto invece sono ancora li in attesa di un posticino anche per loro, quando prenderò casa in futuro)

BONUS: I CAVALIERI DELLO ZODIACO

Cavalieri dello Zodiaco Saint SeiyaPrima dei supereroi, prima di Dragon Ball, i miei veri eroi erano solo loro: i Cavalieri dello Zodiaco! Amavo sta cosa delle armature e delle costellazioni, l’anime il cartone era una figata e un appuntamento fisso su Telecity/Italia 7 alla sera (assieme ai robottoni, Ken, le Ninja Turtles e altri cartoon semi-dimenticati come Centurions e simili). Mi inventavo pure i miei cavalieri nei miei disegni (disegnavo sempre da piccolo, crescendo non ero nemmeno male ma dopo i 20 anni praticamente no ho più toccato una matita), purtroppo avevo solo due giocattoli, per di più tarocchi! Il Cavaliere del Toro e Benam dei Cavalieri d’Acciaio. Oggi colleziono tutti i manga e mi son rifatto con il pupazzame con alcuni Myth Cloth.

Ok, ho finito, in realtà ci sarebbero altre cose ma queste son quelle più rappresentative dell’epoca. Ora mi tocca nominare altrettanti blogger, ovviamente non c’è nessuna costrizione, sentitevi liberi di partecipare o meno.

And the nominees goes to…

PizzaDog
La Cortese Irriverente
Emanuele
Riky

51 pensieri su “L’infanzia in un Tag

  1. I Transformer sono religione, perciò un credente ne deve parlare, anche se qualcuno l’ha fatto prima di lui o lei.
    La fede ha tante sfumature…

    Action figure e pupazzame vario era qualcosa che adoravo, ma che non avevo: oggi ho pochissima roba, nemmeno esposta, perché ruberebbe spazio prezioso per libri e fumetti 😦
    Quando sarò ricco, comprerò Mont Saint Michel e lo riempirò di nerdate!

    Mighty Max l’ho beccato che ormai andavo al liceo: l’avrei anche seguito, con turni migliori a scuola, invece ne avrò visto tre puntate… mi pare che i giochi fossero usciti almeno un anno prima della serie, ma forse mi sbaglio.

    Dinosauri… devo essere stato un bambino anomalo, provavo sentimenti neutri per quei bestioni. Il mio campo era l’astronomia, finché il liceo ha ucciso il mio interesse per le scienze 😛
    Ma credo che il mio fu interesse per l’astronomia abbia contribuito a spingermi verso i Cavalieri dello Zodiaco, assieme al chara design di Shingo Araki (bonanima) al misticismo del Cosmo e ai rimandi mitologici – per quanto, spesso, imprecisi…

    Fumetti… nulla da dire, è una forma d’arte e chi la sottovaluta commette un errore!

    Piace a 1 persona

    • Grazie per i complimenti! E quella è solo una parte, un giorno spero di riuscire a portarli tutti qua.
      Dipende da cosa intendi per action figures, i giocattoli che trovi nei negozi per i bambini sono pur sempre action figures, diciamo che negli ultimi anni si è venuta a creare una maggiore distinzione tra i modelli per bambini e quelli per adulti legati maggiormente al collezionismo e con maggiore cura dei dettagli (e il conseguente aumento di prezzo) unita al mercato delle figure statiche. Al bambino interessa più il giocattolo in sè per giocarci che non per la fedeltà e il senso estetico.

      "Mi piace"

  2. The Mask era un fumetto strepitoso. Nella foto riconosco anche i numeri di X – treme X – Men: era una sorta di “rivista – contenitore”, in cui venivano pubblicate tutte quelle serie che riguardavano gli X – Men “minori”, quelli che non trovavano spazio nella formazione “titolare” (come Generation X, X – Force eccetera). In X – treme X – Men tra l’altro la Panini pubblicò X – Statix, uno dei fumetti più originali e politicamente scorretti che la Marvel abbia mai partorito. Quanti ricordi! 🙂

    Piace a 1 persona

    • Esatto è proprio X-Treme X-Men con il resto della serie ovvero X-Men Deluxe, da quando ho scattato quella foto ho completato la serie, oltre 200 numeri fino alla chiusura l’anno scorso. Purtroppo rientrano tra quelli che ho lasciato da mia madre e per un fan degli X-Men come me è un grosso dispiacere non averli tutti a casa.
      X-Statix era una figata ma su X-Treme X-Men/Deluxe rimase incompleta, infatti ho dovuto prendere gli ultimi due TP della X-Statix Collection pubblicata da Panini qualche anno fa per completarla.

      "Mi piace"

  3. Ecchime, un attimo di pausa! 😀
    I Mighty Max non li ho mai giocati credo di non aver mai visto il cartone se non di sfuggita. Ora che mi ci fai pensare anch’io avevo una certa predilezione per i dinosauri. Ricordo una serie di giocattoli “Fantastorici” che i dinosauri cavalcati dagli umani con missili armi e cannoni. Forse era anche un cartone animato boh, non mi ricordo! Sui cavalieri dello zodiaco beh per me è amore!

    Piace a 1 persona

  4. Nooo mi hai nominato… ma ha una scadenza? Se spezzo la catena poi muoio?

    Che mi hai riportato in mente, Gli Sbullonati! Era un po’ che non ci pensavo. Comunque come Mighty Max, fanno parte della mia tarda infanzia (anche se ho giocato ai Lego fino a 13 anni inoltrati!), quindi li ho vissuti poco e mai posseduti (li avevano i miei cugini più piccoli di 5 e 7 anni), anche se ho giocato coo Polly Pocket di mia sorella (2 anni e 5 mesi più piccola), la variante femminile uscita qualche anno prima. Il cartone l’ho visto poco, non mi faceva impazzire anche se oggi potrei rivalutarlo.
    Nelle mie consuete visite a Toys, ho notato un prodotto simile, miniatura ma senza guscio, sono più dei soldatini, dei mini eserciti, sono quasi tentato a prenderli, non mi ricordo il nome però.

    I dinosauri ho iniziato ad amarli da “grande”, proprio col film di Spielberg.
    Odiavo i Dinosaurcers ma mi piaceva la sigla (bruttina ascoltata oggi), non andavo pazzo per Denver e non mi piaceva affatto la sitcom I Dinosauri, compresi i brutti giocattoli.

    The Mask quello disegnato dal mitico Mahnke? Non so manco se ne esistano altri.

    Dei Cavalieri ho visto tutto l’anime (credo sia l’unico di cui amo tutte le sigle, anche se la mia preferita resta la prima), letto quasi tutto il manga della Star e posseduto solo il Leone (mio segno, che con orgoglio facevo noto che fosse lo zio di lady Isabel), Toro (come te, che mi riportò mio zio da un viaggio a Parigi, poco prima di divorziare, mentre a mio cugino, che nomino spesso, ne porto una marea) e Mizar (lo amavo)… ho sempre invidiato gli amici che avevano i protagonisti.

    Piace a 1 persona

  5. Ricordi, nostalgia, infanzia e oggettini che oggi definiremmo “vintage”. Credo che sia uno dei migliori tag game in cui mi abbiano nominato!
    Ti ringrazio, sarà divertente partecipare 😀

    Ma venendo alla tua lista:
    -TF: anche io [come credo tutti] da piccolo ho passato la fase “robottini trasformabili”, ma di Transformers veri e propri credo di non averne mai avuti XD Ero pieno di robottini tarocchi o copie di bassa lega [tipo i personaggi di McDonalds trasformabili…o erano del Burghy?], a un certo punto ho cominciato a collezionare i Biocombat, ma di autobot mai avuto neanche uno XD

    -Mighty Max: Madoooooo Mighty Max! Del cartone ricordo poco o niente ma quei playset ce li avevo [avevo quel ragno che si vede nell’immagine, una specie di faccia di mostro viola e una tigre dai denti a sciabola…quanti ricordi!]

    -Dinosauri: fissato all’ora e fissato ancora oggi. Una costante nella mia vita XD

    Piace a 1 persona

    • Ma i Biocombat sono Transformers veri e propri! è la tv italiana che ha fatto un gran casino con il doppiaggio e l’edizione eliminando ogni collegamento con il passato. Tra l’altro i giocattoli dei Biocombat erano molto belli, pieni di articolazioni e permettevano tante pose e movimenti, ne avevo un paio, ovviamente spariti insieme agli altri… mi piace pensare che siano tornati su Cybertron XD

      Piace a 1 persona

  6. Devi avere un’età a cavallo tra la mia e quella di mio fratello, viste le cose che hai elencato.
    Il Mighty Max presente a casa mia è quello dello scorpione, tra quelli proposti da te **

    Aspetto di vedere la tua collezione di figures Marvel 🙂

    Moz-

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.