Nazisti su Lucca: l’epilogo

Come potete leggere da questo articolo di Open
https://www.open.online/2019/11/05/nazisti-al-lucca-comics-erano-cosplayer-ispirati-ai-giochi-di-guerra/
sito di informazione dietro cui si cela niente meno che Enrico Mentana, che tutto può essere tranne che filo fascista o nazista, arriva la conferma (più che scontata) dalla Digos che non sussiste reato e che non vi era alcuno scopo politico e propagandistico, al massimo una ingenuità di base da parte di questi ragazzini, che ricordiamolo facevano parte di un gruppo ben più ampio comprendente anche altre fazioni militari, complimentoni a tutti i leoni da tastiera che hanno ingigantito la cosa mettendo al rogo i due, con tanto di messaggi offensivi e violenti nei loro confronti (cosa che dubito oserebbero mai fare di fronte a dei veri nazisti o fascisti, ma forse sbaglio io)

Nelle varie discussioni, ma sarebbe meglio chiamarli processi, a cui ho avuto modo di partecipare in questi due giorni di polemica qualcuno si domandava come sia possibile che tra i lettori di fumetti, soprattutto supereroi mainstream, esista qualcuno in grado di difendere una cosa come il fascismo o il nazismo. E come dargli torto? Ma la vera domanda è: ve ne accorgete adesso? Fermo restando che non necessariamente si devono leggere opere o autori che rispecchiano le nostre ideologie, un confronto non fa mai male, ma effettivamente anche io ho sempre trovato inconcepibile che qualcuno cresciuto a pane e X-Men possa essere razzista, ma purtroppo la cosa non è così scontata.
Ad ogni modo a questi leoni dubbiosi vorrei ricordare come un Capitan America, un Superman o un Batman non avrebbero mai lasciato che due ragazzini, anche se in uniforme da nazista, venissero così massacrati e ricoperti di insulti da una folla, seppur virtuale, prima di sapere la loro versione dei fatti.
Essere un supereroe vuol dire essere migliori dei cattivi, e questi leoni ahimè non lo sono stati.

Ci tengo anche a precisare che il Comune di Lucca e Lucca Crea per il Lucca Comics in un comunicato diffuso dopo l’episodio hanno dichiarato che:

“prendono le distanze e condannano il comportamento dei due ragazzi apparsi nel video caricato in rete, offensivo non solo per il festival e tutto il suo pubblico, ma soprattutto per la memoria storica del nostro territorio.”

E qui possiamo anche essere d’accordo. E proseguono dicendo

“l’accaduto non è in alcun modo in relazione con il festival ne con la community cosplay ne con alcuna rievocazione storica”

E pure qua posso essere d’accordo ma ora non hanno più scuse per tutti coloro che con la scusa del cosplay e della goliardia portano cose altrettanto volgari e fuori tema, ma la vedo dura.

7 risposte a "Nazisti su Lucca: l’epilogo"

Add yours

  1. Bene hai fatto a postare un riferimento al’articolo di Open, che chiarisce una volta per tutte una vicenda che, per usare le parole di Riccardo Dal Ferro (citato nell’articolo), ha ruotato intorno ad un episodio riportato dai social e dai media con una «narrazione malatissima».

    Il mondo dei cosplayer è molto variegato e chiaramente portare in scena ed esibire rappresentazione di qualsiasi cosa può comportare equivoci, ma il contesto dovrebbe far capire anche ai più ottusi… A meno che non ci sia l’intenzione di creare un caso dal nulla e penso sia quello che abbia voluto fare l’autore del video iniziale, apparentemente sordo a qualsiasi spiegazione da parte delle famiglie dei due minorenni che cercavano di spiegargli il contesto di CoD di quello specifico cosplay…

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: