G Gundam – Recensione

Game Over 13 G-Gundam

Nel 1994 per festeggiare il quindicesimo anniversario della nascita di Gundam lo studio Sunrise realizzò una serie intitolata Kido Butoden G Gundam, o Mobile Fighter G Gundam, serie che univa le tematiche robotiche tipiche di Gundam con i combattienti di arti marziali. L’anime da noi è inedito ma in compenso quattro anni dopo Edizioni Star Comics pubblicò la riduzione manga realizzata da Koichi Tokita, mangaka molto legato all’universo di Gundam che qui nel bel paese abbiamo visto all’opera su Gundam Wing (edito da Planet Manga tra il 2001 e il 2002).

La trama in breve. Nell’universo narrativo di G Gundam, che differisce da quello classico dell’originale Gundam e seguiti, ogni anno si tiene il G Fight, un torneo in cui dei combattenti si sfidano in incontri di lotta tra Gundam, che manovrano coime fossero delle enormi Nintendo Wii. Il ring è la Terra, per la gioia dei suoi abitanti. Domon, il pilota dello Shining Gundam di Neo Japan, non è intenzionato a partecipare semplicemente per vincere ma per rintracciare suo fratello, colpevole di aver rubato il terribile Devil Gundam.

Riassumere un anime di 49 episodi in un manga composto da una dozzina di capitoli non è impresa facile, purtroppo questo è lo spazio che di solito concedono a questo tipo di operazioni in Giappone e ahimè nemmeno G Gundam riesce a sfuggire a questa regola non scritta. Le cose succedono un po’ perché si, saltando praticamente qualsiasi convenevole senza approfondire alcunché, che sia la caratterizzazione di un personaggio o il susseguirsi degli eventi, che si trascinano senza una vera logica, per fortuna la trama non è così complessa da rendere incomprensibile il tutto e si lascia leggere volentieri, un piacevole passatempo. I disegni di Tokita invece sono molto semplici, gli sfondi praticamente sono assenti per mettere in evidenza i bellissimi mecha, che sono semplicemente perfetti nel loro design e talvolta sopra le righe, non mancando di citare altre serie.

Classificazione: 2.5 su 5.

Titolo: G-Gundam
Edizione italiana: Game Over #11-21, Star Comics, Marzo 1998-Gennaio 1999
Edizione originale: Kidobutoden G-Gundam, Kodansha, 1994
Storia e Disegni: Koichi Tokita
Formato: spillati
Prezzo: prezzo onesto € 2ciascuno

Per non perderti nessuno dei nostri articoli segui Omniverso su

4 risposte a "G Gundam – Recensione"

Add yours

  1. Il fumetto,non l’ho letto, ma se non erro, era la storia con i Gundam ispirati a stereotipi delle varie nazioni (il Gundam-torero, quello gendarme francese etc.)
    Certo che la scelta di riassumere una serie lunga in un manga tanto breve è davvero bizzarra…

    Piace a 1 persona

    1. Il finale è la parte migliore, effettivamente non c’azzeccava niente con la rivista se non per la vaga ispirazione da picchiaduro. Non vorrei dire una cavolata ma credo sia stata anche la prima pubblicazione completa di una serie di Gundam in Italia.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: