Transformers: Victory – I giocattoli in esclusiva per il Giappone del 1989 parte 1: Autobot

Nel 1989 Takara, la casa produttrice giapponese dei Transformers, offrì una linea completamente diversa da quella offerta nello stesso anno da Hasbro, basati sull’anime Transformers: Victory. Fino a quel momento Takara aveva sempre utilizzato gli stessi stampi di Hasbro con qualche cambio di colore e qualche figura esclusiva occasionale, invece con la linea del 1989 la maggior parte dei giocattoli era totalmente nuova e interamente progettata per il mercato giapponese e non sono mai stati rilasciati all’estero, salvo qualche eccezione inserita con qualche modifica in altre linee come Galaxy Shuttle usato da GiG, diventando molto popolari nel mercato del collezionisti occidentali.

(fonte: TFWiki.net)

MULTIFORCE

I Multiforce sono un grupp odi Autobot sotto gli ordini di Star Saber ognuno dotato di un potere elementale ma nei giochi ovviamente questo è irrilevante. Sono in gruppi due due, capaci di combinarsi e formare un solo robot.

Wingwaver

Transformers Victory Wingwaver

Wingwaver è la combinazione tra Wing e Waver, rispettivamente sulla sinistra e sulla destra nelle immagini. Wing è un jet mentre Waver è una specie di aliscafo

Dashtacker

Transformers Victory Dashtacker

Dashtacker è la combinazione di Dash, l’auto rossa, e Tacker, quella specie di camioncino verde.

Machtackle

Transformers Victory Machtackle

Machtackle è la combinazione di Mach, lo shuttle, e Tackle che è una specie di camper. Cosa abbiano in comune i due mezzi non lo so.

Landcross

Transformers Victory Landcross

I sei Multiforce possono ulteriormente combinarsi in Landcross, rispetto ai Combiner delle vecchie linee è davvero brutto.

BRAINMASTER

I Brainmaster sono un altro gruppo di Autobot sotto gli ordini di Star Saber. I Brainmaster sono simili agli Headmaster ma i Transformers per unirsi ai loro mezzi Transector non diventano le teste ma una specie di cervello da inserire in una sorta di cabina di pilotaggio da cui poi trasferiscono la loro coscienza al cervello.

Blacker

Transformers Victory Blacker

Blacker è una specie di Buggy.

Laster

Transformers Victory Laster

Lester si trasforma in una Lamborghini Countach.

Braver

Transformers Victory Braver

Braver si trasforma in una Ferrari F40.

Road Caesar

Transformers Victory Road Caesar

Road Caesar è la combinazione dei tre Brainmaster. Ancora più brutto di Lancross.

Starsaber

Transformers Victory Star Saber

Star Saber è il leader di questa ondata di Transformers. Si trasforma in una grande nave spaziale la cui parte anteriore, quella rossa, può staccarsi e diventare un ulteriore jet che ospita il Brainmaster nella sua cabina di pilotaggio. E come da tradizione per i leader Autobot si può anche trasformare in base di attacco.

ALTRI

Greatshot

Transformers Victory Greatshot

Greatshot è un retool di Sixshot e si può trasformare in sei differente forme, robot, carro armato, pistola, nave spaziale e forma animale.

Galaxy Shuttle

Transformers Victory Galaxy Shuttle

Galaxy Shuttle ovviamente si trasforma in uno space shuttle, può ospitare un Micromaster o un Brainmaster al suo interno.

Victory Leo

Transformers Victory Victory Leo

Victory Leo si trasforma giustamente in un leone robotico ma dotato di ali, può anche cambiare forma in una specie di velivolo.

Victory Saber

Transformers Victory Victory Saber

Victory Saber è la combinazione tra Star Saber e Victory Leo, venduto anche come giftset.

A completare la linea giapponese c’era l’Hero Set comprendente le versioni Pretenders di Bumblebee, Jazz, Grimlock e Starscream.

Transformers Project Banner
clicca sul banner per altri articoli sui Transformers

Per non perderti nessuno dei nostri articoli segui Omniverso su

3 pensieri su “Transformers: Victory – I giocattoli in esclusiva per il Giappone del 1989 parte 1: Autobot

  1. Ma che belle le unioni (civili), carine quelle a due e ancora di più quelle totali, un po’ tutte tranne Road Caesar… un Husky… una schifezza! 😝
    Per Starsaber credo che sarei impazzito da piccolo! Ma anche ora… unito a Victory Leo, ancora meglio! Una specie di Daltanious cinese e senza leone sul petto.
    Chiudo con una cazzata. Victory Saber credo sia parente della mia signora, hanno lo stesso cognome 😅

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.