Wolverine: Snikt – Recensione

Wolverine: Snikt!

Nel 2003 il mangaka Tsutomu Nihei venne ingaggiato dalla Marvel Comics per realizzare una miniserie in cinque numeri con protagonista Wolverine.
Wolverine: Snikt! (con il punto esclamativo), come il suono degli artigli quando vengono sfoderati, trasporta il mutante in un futuro distopico devastato da creature chiamate Mandate che hanno quasi sterminato l’umanità, l’unica cosa che può ucciderli è l’adamantio che ricopre le ossa di Wolverine.

Il futuro in cui viene trasportato un Wolverine praticamente identico a Sid Vicious dei Sex Pistols ricorda non poco quello visto nelle altre opere di Nihei, anzi potrebbe benissimo essere lo stesso se non venisse detto esplicitamente che si tratta del futuro dell’Universo Marvel, uno dei tanti possibili almeno, anche le creature sembrano uscite da Blame!.
La storia è molto semplice ma si legge con piacere, lo stile è tipicamente quello di Nihei, ma più lineare e comprensibile rispetto agli standard del mangaka, non mancano le solite lunghe sequenze mute cui ci ha abituato nelle sue opere più famose, non solo durante le sequenze di lotta ma anche quelle in cui ci mostra il protagonista di turno camminare in questi scenari desertici con costruzioni impossibili, ormai è chiaro che si tratta solo di un suo esercizio di stile
C’è davvero poco da dire su Wolverine: Snikt!, si esaurisce in quelle poche righe che ho riassunto e tirarne fuori altro sarebbe puramente fuori luogo, la particolarità di Snikt!, oltre a vedere un Wolverine disegnato in un modo così atipico è poter vedere Nihei a colori, colori che però non rispettano la classica colorazione dei comics americani ma che si adatta allo stile cupo e sporco del mangaka, in cui la pelle dei protagonisti rimane tremendamente pallida risetto alla cupezza degli abiti indossati.

Classificazione: 3.5 su 5.

Titolo: Wolverine: Snikt!
Edizione italiana: Wolverine: Snikt!, 2015, Panini Comics
Edizione originale: Wolverine: Snikt! #1-5, 2003, Marvel Comics
Storiae Disegni: Tsutomu Nihei
Formato: cartonato
Prezzo: € 14

Per non perderti nessuno dei nostri articoli segui Omniverso su:

3 pensieri su “Wolverine: Snikt – Recensione

  1. Ce l’ho, l’ho amato, ma ovviamente è un Blame! a cui Nihei ha cambiato protagonista, mettendoci qualcosa che ricordasse Wolverine.
    Però io apprezzai moltissimo, tanto che appunto è qui nella mia libreria^^
    Sì, ottimi anche i colori, poco comics.

    Moz-

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.