Street Fighter EX – La prima volta in 3D per Ryu e co.

Street Fighter EX 1996 arcade videogame

Con l’arrivo del tridimensionale a metà anni ’90 iniziavano ad imporsi sul mercato dei picchiaduro titoli come Virtua Fighter e Tekken, poteva Street Fighter, il capostipite del genere, rimanere impassibile di fronte a tale fenomeno? La risposta ovviamente è no, e nel Novembre del 1996 nelle sale giochi vede la luce Street Fighter EX.

Non che Capcom e il franchise ne avessero realmente bisogno, i vari picchiaduro bidimensionali che producevano all’epoca come Darkstalkers e la serie Vs. andavano molto bene tra critica e vendite, per non parlare della serie Alpha e da lì a poco sarebbe uscito anche Street Fighter III.
Street Fighter EX è spin-off della saga, venne sviluppato in realtà dalla Arika, società fondata solo un anno prima da Akira Nishitani, ex dipendente Capcom che insieme ad Akira Yasuda creò Street Fighter II (Arika è il rovescio di Akira, incredibile), e solo distribuito da Capcom. All’epoca i media pensavano che le fondamenta per Street Fighter EX furono gettate con Star Gladiator, primo gioco 3D della Capcom, ma Arika ci teneva a sottolineare che loro, nonostante provengano proprio da Capcom, non sono una loro sussidiaria e il gioco venne sviluppato senza alcun contatto con il team che curò Star Gladiator.
Street Fighter EX fu il loro gioco di debutto.

Essenzialmente il sistema di combattimento di Street Fighter EX segue quanto fatto in Street Fighter II e nella serie Alpha ma aggiunge elementi di gioco originali. Il combattimento in gran parte funziona ancora in un piano 2D ma ci si può muovere lungo un arena 3D, le mosse speciali e le super combo sono quelle che i fan ben conoscono dai giochi precedenti ma a differenza della serie Alpha in EX la barra delle super è divisa in tre sezioni separata e non a livelli, per intenderci non è possibile decidere la potenza delle super combo in base ai livelli consumati ma la super combo di turno consumerà una sola sezione, inoltre è possibile concatenare una mossa speciale con un normale attacco o un altra mossa speciale, e super combo dopo super combo, e per finire è possibile rompere la guardia dell’avversario arrivando a stordirlo.

Street Fighter EX come da tradizione è uscito in più versioni e ad ogni versione venivano aggiunti nuovi personaggi.
La versione base abbiamo detto che è uscito nelle sale giochi giapponesi nel Novembre 1996, prima di fine anno sarebbe uscito nel resto del mondo, comprendeva 14 personaggi, dieci base e quattro sblocabili.
Cinque volti noti dai precedenti Street Fighter: Ryu, Ken, Chun-Li, Guile e Zangief.
E nove nuovi:
Doctrine Dark, un mercenario che in passato faceva parte di un unità guidata da Guile ma poi rimasto ferito in uno scontro con i soldati di Rolento e quindi rancoroso nei confronti del suo ex leader.
Hokuto: figlia della famiglia Mizugami addestrata allo stile kobujutsu, a 17 anni è stata inviata dalla sua famiglia alla ricerca del suo fratellastro Kairi, scomparso anni prima.
Cracker Jack: ex buttafuori di Las Vegas noto per i suoi pugni e armato di mazza da baseball, diventa la guardia del corpo di Blair.
Pullum Purna: figlia del multimilionario arabo Balba Purna, decide di partire con la sua guardia del corpo alla ricerca di Shadoloo credendo erroneamente si tratti di una persona, in qualche modo l’organizzazione criminale è legata alla sua famiglia.
Skullomania: identità segreta di Saburo Nishikoyama, un uomo d’affari di Tokyo impegnato nel mantenere moglie e figli. Diventa Skullomania quando un cliente gli chiede di travestirsi con un costume da supereroe con disegnato uno scheletro lungo tutto il corpo per un attrazione in un grande magazzino ma finisce per combattere il male sul serio. Si tratta chiaramente di un omaggio al genere tokusatsu ed in particolare a Kamen Rider.
Allen Snider (personaggio segreto): il più forte karate street fighter fino alla sua sconfitta per mano di Ken.
Blair Dame (personaggio segreto): figlia di una ricca famiglia europea, viaggia per il mondo per affinare le proprie tecniche di arti marziali accompagna da lla sua guardia del corpo Cracker Jack.
Kairi (personaggio segreto): inizialmente concepito come personaggio principale della serie EX, nasce nella famiglia Mizukami ma a seguito di un combattimento con uno sfidante sconosciuto è affetto da amnesia.
Darun Mister (personaggio segreto): popolare wrestler indiano in cerca di avversari da affrontare come Zangief. Diventa la guardia del corpo di Pullum proprio per poter viaggiare per il mondo in cerca di avversari.
Garuda è il boss non giocabile, un demone in armatura che pare sia nato dalle anime consumate dal Satsui No Hado.

Pochi mesi dopo è uscita una versione aggiornata del gioco intitolata Street Fighter EX Plus dove i personaggi segreti della versione originale sono diventati disponibili sin dall’inizio e aggiungeva quattro personaggi segreti nuovi:
Evil Ryu: versione malvagia di Ryu già apparsa nella serie Alpha.
Bloody Hokuto: Hokuto senza il sigillo di sangue e intenzionata ad uccidere Kairi.
Cycloyd:β (Beta) e Cycloyd:γ (Gamma): due cyborg che copiano le mosse degli altri personaggi.

Infine nel 1997 uscì la versione per Playstation intitolata Street Fighter EX Plus Alpha che ampliava ulteriormente il roster con l’aggiunta di cinque personaggi, Sakura, Dhalsim, Akuma ed M. Bison mentra Garuda diventa per la prima volta selezionabile. Akuma, Bison e Garuda sono tutti boss del gioco.
Questa versione casalinga ovviamente includeva svariate modalità come il versus, l’allenamento, battaglia a squadre, a tempo e sopravvivenza. La modalità allenamento permetteva anche di sbloccare i quattro personaggi segreti della versione Plus completando le varie prove a cui si era sottoposti.

Allen Snider e Blair Dame riappariranno anche nel gioco sviluppato da Arika nel 1998 Fighting Layer.
Allen, Kairi, Blair, Pullum, Darun, Doctrine Dark, Garuda, Hokuto (chiamata Shirase), Skullomania e Jack, dopo essere apparsi nei sequel EX sono stati ripescati da Arika per il gioco Fighting EX Layer del 2018, dove Kairi finalmente ha ricoperto il ruolo da protagonista principale della storia.

All’epoca il gioco arcade venne accolto generalmente bene ma venne anche giudicato un tentativo fallito di aggiornare la serie, forse un po’ prematuro, una sorta di surrogato del gioco originale. Diversamente da quanto accadeva in passato però Street Fighter EX ha avuto la sua rivincita proprio con il porting per Playstation, le modalità e i personaggi aggiunti in questa versione convinsero pubblico e critica, e personalmente devo ammettere che questo fu per me il primo vero e proprio Street Fighter di nuova generazione dopo il classico Street Fighter II con interminabili pomeriggi passati a divertirsi sulla nuova console Sony dopo anni passati tra Super Nintendo e Sega Mega Drive, ben prima di qualsiasi Street Fighter Alpha o Versus, tra sfide tra amici, battaglie arcade e nel tentare di sbloccare i personaggi segreti.

HERE COMES A NEW CHALLENGER >> STREET FIGHTER III

Una risposta a "Street Fighter EX – La prima volta in 3D per Ryu e co."

Add yours

  1. La versione Playstation è probabilmente lo SF che ho giocato di più assieme a Zero 3.
    Adoro tuttora EX plus alpha, adoro i personaggi (che figata ritrovarmene alcuni nel fumetto cinese), peccato non sia canonico come storia, anche se spero sempre che possano inserire questi tre episodi nel canone.
    Adoravo il replay, la possibltà di colpire anche dopo l K.O., la modalità per sbloccare i Cycloid… **

    Moz-

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: