Tutti gli attori che hanno interpretato Capitan America

Sono quasi due settimane che non pubblico niente, il motivo è piuttosto semplice: c’è stato un calo nelle visite e per la prima volta mi sono sentito demoralizzato e poco motivato. Mettetevi nei miei panni, dopo un periodo di inattività tra il trasloco e altri impegni, circa tre mesi fa torno operativo gasatissimo e alla lunga il risultato non è dei migliori, inizio a domandarmi se ne valga veramente la pena lavorarci e impegnarmi così tanto tempo alla settimana. Ma come al solito barcollo ma non mollo, un po’ mi dico che è estate e per la prima volta da due anni a questa parte senza restrizioni di alcun tipo, ci può stare, ma al contempo sto ripensando la strategia del blog, sicuramente gli articoli su Street Fighter e i Transformers ora avranno una cadenza più diluita nel tempo, tanto ho capito che interessano più a me che a voi, mentre articoli come questo che sto ribloggando devono tornare in pianta stabile o quasi. E almeno per questo o periodo estivo probabilmente pubblicherò anche più lentamente, magari un articolo ogni due giorni anziché tutti i giorni cinque giorni su sette.
In ogni caso nell’ultima settimana non avrei avuto lo stesso tempo per scrivere regolarmente ma sto lavorando ad un articolo davvero mastodontico in cui sto mettendo tutto me stesso, ce l’avevo in bozza da un anno e mi son finalmente deciso a completarlo.

Vi lascio con la versione aggiornata, con estremo ritardo, dell’articolo su tutti gli attori che hanno interpretato Captain America. In verità sono tanti gli articoli di questa rubrica che devo aggiornare.
Buona lettura.

PS: i commenti sono disattivati, per qualsiasi cosa vi rimando all’articolo originale

OMNIVERSO


View original post 702 altre parole

X-Men: tutti i videogiochi parte 4

Quarta e ultima parte del nostro viaggio alla scoperta di tutti i videogiochi dedicati agli X-Men, i popolari supereroi della Marvel Comics creati da Stan Lee e Jack Kirby nel 1963.
La lista contiene tutti i titoli che li vedono non solo protagonisti principali ma anche crossover con altri personaggi Marvel.
Come potrete notare in quest’ultima sono molto pochi i titoli totalmente dedicati agli X-Men e la loro ultima apparizione risale al 2014, anno di uscita del film X-Men: giorni di un futuro passato della Fox, film dove comparivano per la prima volta in un film i personaggi di Pietro e Wanda Maximoff alias Quicksilver e Scarlet Witch, all’epoca membri storici degli Avengers seppur mutanti e figli di Magneto, quindi molto legati alla mitologia degli X-Men. Nel 2015 sarebbe stata la volta del film Avengers: Age of Ultron dei Marvel Studios dove i due personaggi sono tornati interpretati da nuovi attori e totalmente slegati dal mondo mutante, questo evento porterà ad una sorta di rottura definitiva con la Fox con i Marvel Studios intenzionati a riappropriarsi dei diritti cinematografici dei personaggi e di conseguenza la Marvel finì con il mettere i mutanti in secondo piano e a compiere una delle retcon peggiori di sempre.

Continua a leggere “X-Men: tutti i videogiochi parte 4”

Unpopular opinion: The Boys

Quando è uscita la prima stagione di The Boys ha conquistato praticamente tutti, e continua a farlo tutt’ora, ma personalmente seppur io l’abbia apprezza non mi sono mai unito del tutto al coro di entusiasmo che l’accompagnava, perché vedete io sono un grande fan di Garth Ennis, il creatore del fumetto originale da cui è tratta la serie, e non ho potuto proprio far finta di niente di fronte a certi cambiamenti effettuati alla storia, e diciamo la verità, qualunque fan di Ennis vi dirà che la serie tv è semplicemente la versione per bambini del suo fumetto.

Continua a leggere “Unpopular opinion: The Boys”

Tre millimetri al giorno di Richard Matheson

Tre millimetri al giorno Richard Matheson edizione Urania

Richard Matheson per gli appassionati di fantascienza non ha bisogno di presentazioni, per chi invece non lo sapesse è colui che nel 1954 pubblicò quel capolavoro di Io sono leggenda da cui sono stati tratti svariati film, tra cui quella mezza fetecchia con Will Smith. Un altro dei suoi lavori più noti è indubbiamente Tre millimetri al giorno (The Shrinking Man) romanzo pubblicato nel 1956 che ha per protagonista un uomo che un giorno inizia apparentemente senza una causa a restringersi, a rimpicciolirsi, come da titolo italiano di tre millimetri ogni giorno, cosa che inevitabilmente lo porterà a vedere il mondo da una prospettiva diversa.

Continua a leggere “Tre millimetri al giorno di Richard Matheson”

I Transformers a fumetti: l’epoca IDW

Dopo il fallimento della DreamWave nel Gennaio del 2005 e la cessazione delle pubblicazioni, lasciando Transformers: Generation One e Transformers: The War Within incomplete, Chris Ryall, redattore capo della IDW Publishing, editore nato nel 1999 noto per titoli come 30 Days of Night e serie a fumetti su licenza di film e serie tv come Angel e divenuto quinto più grande editore di fumetti negli States, colse al volo l’occasione per fare un offerta ad Hasbro per i diritti di pubblicazione dei Transformers, offerta che viene accettata nel Maggio 2005 con l’annuncio della miniserie Transformers: Infiltration con un numero 0 previsto per Ottobre dello stesso anno e dei successivi nei primi mesi del 2006.

Continua a leggere “I Transformers a fumetti: l’epoca IDW”

Stranger Things stagione 4 volume 1

Stranger Things stagione 4 poster

Ma come diavolo ha fatto Netflix in questi anni senza Stranger Things? Da pochi giorni è finalmente disponibile la quarta stagione, o almeno la prima parte o volume 1 come lo chiamano loro, quando il primo Luglio uscirà il secondo volume con i due lunghissimi episodi conclusivi saranno esattamente tre anni dall’uscita della terza stagione. Me lo domando perché non vedevo una campagna pubblicitaria così insistente di una serie Netflix da tempo, forse giusto la prima stagione di Bridgerton ci si avvicinava.
Domande inutili a parte, il risultato ha soddisfatto la nostra lunga attesa?

Continua a leggere “Stranger Things stagione 4 volume 1”

The Promised Neverland

The Promised Neverland vol.1 manga J-Pop

Ho scoperto The Promised Neverland grazie all’anime su Netflix (che ora trovate anche o forse solo su Prime Video), la storia di questi bambini orfani straordinariamente intelligenti che scoprono che quello che loro han sempre creduto essere un orfanotrofio in realtà era una fattoria e loro il bestiame da allevare per una misteriosa razza di creature mostruose mi ha conquistato subito, una storia intelligente, non banale. Ma dopo una prima stagione ottima non ho proprio avuto stimolo a continuare con la seconda e ultima parte, la prima stagione in dodici episodi copre piuttosto fedelmente i primi cinque volumi del manga su venti in totale, la seconda stagione conta solo altri undici episodi, facile intuire che in soli undici episodi non siano riusciti a condensare quindici volumi del manga, e infatti taglia molte parti, da qui la decisione di recuperare il manga e mai scelta è stata più azzeccata per sapere come prosegue la storia dopo la fuga dei protagonisti.

Continua a leggere “The Promised Neverland”

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑