Mortal Kombat: ondata d’assalto – Recensione

Mortal Kombat 9 Star Comics

Secondo ed ultimo appuntamento con la serie di fumetti di Mortal Kombat pubblicata negli anni ’90 dalla fu Malibu Comics e portata nel Bel Paese tra il 1995 e il 1996 da Star Comics. Dei primi numeri ne abbiamo parlato qua, a sto giro ci occupiamo della seconda saga, Ondata d’assalto, tratta da Mortal Kombat: Battlewaves. Continua a leggere

Annunci

Buffy The Vampire Slayer Stagione 8 – Recensione

buffy ottava stagione fumetti

La celebre e cult serie tv messa in piedi da Joss Whedon dopo il dimenticabile omonimo film, Buffy The Vampire Slayer andata in onda dal 1997 al 2003 durata 7 stagioni composte da 144 episodi (assieme all’altrettanto riuscito spin-off Angel, protrattosi per 5 stagioni dal 1999 al 2004), indubbio capolavoro a suo tempo che contribuì a creare un nuovo genere seriale fantasy e che assieme a poche altre memorabili serie tv cambiò la storia del piccolo schermo per argomenti e modo di trattarli, nel 2007 sbarca canonicamente nel mondo dei fumetti con l’ottava stagione ri-accolta in casa Dark Horse che non l’ha poi più abbandonata.  Continua a leggere

Odio L’Image

Odio L'Image poster

Odio L’Image (I Hate Image) è un albo scritto e disegnato da Skottie Young, famoso per le sue variant cover Marvel con i personaggi in versione chibi e per la serie edita proprio da Image Comics I Hate Fairyland, pubblicata in Italia da Bao Publishing.

Continua a leggere

Mortal Kombat: sangue e tuono – Recensione

mortal kombat star comics

Facciamo un salto indietro nel tempo al 1995, all’epoca la serie videoludica Mortal Kombat era all’apice del suo successo con un terzo capitolo pronto ad invadere le sale giochi e le consolle dei gamer e un film in uscita al cinema. Potevano forse mancare dei fumetti ispirati a questa saga? Ovviamente no, e a cogliere il potenziale per farne una serie fu la ormai defunta Malibu Comics, famosa per le serie supereroistiche Ultraverse e per Men In Black, che gli dedicò diverse miniserie e one-shot, tutti editi in Italia dalla Star Comics in un mensile omonimo composto da 15 numeri e uno speciale, in realtà i primi sei numeri condividevano il titolo con Bruce Lee, anche lui protagonista di una serie a fumetti di cui non sapevo nulla, magari ne riparleremo a lettura finita. Continua a leggere

Judge Dredd – The Garth Ennis Collection volume 1 – Recensione

Judge Dredd The Garth Ennis Collection volume 1

É disponibile da qualche settimana in fumetteria il primo volume di Judge Dredd The Garth Ennis Collection edito da Editoriale Cosmo nella collana Cosmo Comics e da buon Ennissiano quale sono non me lo sono lasciato scappare, l’occasione perfetta per leggere di un personaggio che conoscevo solo tramite il film Dredd – La legge sono io di metà anni ’90 interpretato da Sylvester Stallone (che per me rimane un cult) e dai crossover con Batman. Continua a leggere

WildC.A.T.s/X-Men – Mini recensione

WildC.A.T.s e X-Men by Jim LeeAncora crossover, ancora WildC.A.T.s, a sto giro siamo andati a ripescare WildC.A.T.s/X-Men, serie di quattro one-shot da una quarantina di pagine ciascuno pubblicata tra il 1997 e il 1998 dalla collaborazione tra Image e Marvel Comics e portata in suolo in suolo italico da Star Comics, all’epoca detentrice dei diritti WildStorm, sulle pagine di Star Magazine Oro nel 1998. Continua a leggere

Midnighter vol.1: fuori – Recensione

Midnighter volume 1: outCi sono voluti quasi due anni ma alla fine ha visto la luce anche in Italia l’ultima serie solista dedicata a Midnighter. Pubblicata tra l’Agosto 2015 e Luglio 2016 la serie scritta da Steve Orlando faceva parte del rilancio editoriale della DC Comics chiamato DC You atto a diversificarne i titoli, dal momento che con i New 52 questi, salvo qualche eccezione, presentavano uno stile artistico pressoché identico l’uno all’altro, ovvero uno stile in linea con quello di Jim Lee cosa che aveva trasformato la allora nuova DC in una copia della Image dei primi anni (proprio quando quest’ultima invece si era già evoluta in una fucina di sperimentazione niente male), cogliendo l’occasione per sperimentare anche storie dal taglio diverso. L’operazione fu un flop, o comunque al di sotto delle aspettative dell’editore. Continua a leggere