Ghostbusters: Legacy – Recensione

Ghostbusters: Legacy è un po’ come quando dopo tanto tempo ci si rivede con dei vecchi amici in occasioni spiacevoli e si finisce inevitabilmente col pensare al tempo perso lontano gli uni dagli altri, alle infinite occasioni sprecate nel frattempo. Sembra che sia dovuto morire Harold Ramis, e fallire clamorosamente un tentativo di reboot del franchise, per far sì che un terzo Ghostbusters vedesse la luce, e per questo motivo non riesco proprio ad unirmi al coro di entusiasmo che ha accolto il film di Jason Reitman, figlio di quell’Ivan che diresse i primi due iconici film.

Continua a leggere

Resident Evil: The Final Chapter – Recensione

E con notevole ritardo siamo finalmente giunti alla fine di questo viaggio attraverso la saga cinematografica ispirata al celebre videogioco survival horror di Capcom, Resident Evil: The Final Chapter chiude definitivamente la più lunga serie di film tratta da un videogioco. Ma dopo quattordici anni e sei film cosa ci rimane di Resident Evil? A questa domanda vediamo di rispondere dopo.

Continua a leggere

Resident Evil: Retribution – Recensione

Pensavo di chiudere la saga di Resident Evil molto prima e invece arrivo a parlare del quinto episodio a quasi un mese e mezzo di distanza dall’ultimo articolo e devo confessare che mi è sempre più difficile trovare qualcosa da dire e non scadere nella ripetitività per una serie di film che della ripetitività ha fatto il suo cavallo di battaglia, mi riservo di aggiungere altro per questo franchise giusto per il gran finale.
Resident Evil: Retribution è ancora una volta scritto e diretto da Paul W.S. Anderson e interpretato da sua moglie, Milla Jovovich, ormai totalmente immersa nel personaggio di Alice.

Continua a leggere

La fantascienza di H.G. Wells

In realtà l’immagine che ho scelto è un po’ fuorviante perché non vi voglio propriamente parlarvi del volume edito da Mondadori. La Fantascienza di H.G. Wells, che raccoglie le più famose storie dell’autore inglese, ma avendone lette di recente, in modalità ed edizioni diverse, quattro su cinque mi sembrava comunque adatta, e quale titolo migliore da usare se non questo? I romanzi contenuti come potete leggere nella copertina sono La macchina del tempo (1895), L’isola del Dottor Moreau (1896), L’uomo invisibile (1897), La guerra dei mondi (1898) e I primi uomini sulla Luna (1901), quest’ultimo in particolare è quello che non ho letto e non possiedo.

Continua a leggere

FantaCinema: mostra del cinema fantastico

Durante il nostro ultimo soggiorno a Genova siamo stati al museo FantaCinema: mostra del cinema fantastico. Si tratta di una raccolta cinematografica con centinaia di articoli tra riproduzioni originali, poster originali, action figures, memorabilia e veri e propri cimeli come le VHS storiche, dedicati al cinema di genere, dagli albori ai giorni nostri. Tutte le icone del cinema fantastico le trovate qua, dai classici degli horror dal Dracula di Bela Lugosi al Frankenstein di Boris Karloff, dalla fantascienza cult come Alien e La Cosa, alle icone degli horror anni ’80, arrivando a film più moderni come la saga de Il Signore degli Anelli, Harry Potter e i supereroi.
In pratica è una grandissima collezione nerd, come se una delle nostre camerette venisse aperta al pubblico diventando un museo da esposizione, che diciamolo, è un po’ il nostro sogno.
Ma non ci sono solo oggetti ed action figures, alla mostra sono esposte anche alcuni tra i primi strumenti che hanno dato vita al cinema.
Dove lo trovate? A Genova, presso il Porto Antico, ai Magazzini del Cotone Modulo 1, a pochi passi dall’acquario.
Non è grandissima come mostra, la si gira piuttosto in fretta, ma gli oggetti presenti sono veramente tanti e per appassionati del genere fantastico è una tappa immancabile, e il l’ingresso costa solo 5 euro.
Vi lascio con una selezione di foto per invogliarvi a visitarlo, perché le iniziative belle vanno supportate. Scusate per la qualità delle foto ma non sono un grandissimo fotografo.

Continua a leggere

Resident Evil: Afterlife – Recensione

Per Resident Evil: Afterlife, quarto film della saga cinematografica ispirata al celebre videogioco survival horror di Capcom uscito nel 2010, Paul W.S. Anderson torna alla regia e da qui in poi non mollerà più quella che è diventata a tutti gli effetti la sua creatura.
Passato un anno dagli eventi di Extinction troviamo la Alice di Milla Jovovich e i suoi cloni impegnate ad assaltare il quartier generale della Umbrella Corporation nel sottosuolo di Tokyo, è una sequenza piuttosto folle, e non necessariamente in senso buono, ad un certo punto è tutto uno spararsi a casaccio con le braccia tese, la cosa sicura è che gli uomini della Umbrella hanno una mira scarsa. E dire che la sequenza di apertura del film in cui vediamo come si sia propagato il virus a Tokyo è molto bella.

Continua a leggere

Mobile Suit Gundam: il contrattacco di Char – Recensione

Alla fine di Z Gundam avevamo lasciato Char Aznable sconfitto da Haman Kahn e creduto morto, mentre in realtà lo si scopre poi alla deriva nello spazio a bordo del suo Mobile Suit. Lo ritroviamo poi in Mobile Suit Gundam: il contrattacco di Char, primo lungometraggio originale dedicato al mondo di Gundam uscito nel 1988 che funge da conclusione alla storyline originale.

Continua a leggere

Resident Evil: Extinction – Recensione

Nuovo Resident Evil, nuovo regista, ma sempre con Paul W.S. Anderson a scrivere la storia. Se Apocalypse segna la svolta all’action trash, Resident Evil: Extinction segna la svolta definitiva della saga cinematografica staccandosi totalmente dalla narrazione dei videogiochi Capcom. Questa volta alla regia troviamo Russell Mulcahy, famoso per film cult come Highlander e sequel e The Shadow con Alec Baldwin.

Continua a leggere

Lost stagioni 2 e 3 – Recensione

Continua spedita la nostra primissima visione di Lost, la serie tv che circa vent’anni fa contribuì notevolmente a cambiare la serialità televisiva, a circa tre settimane dalla nostra recensione sulla prima stagione torniamo a parlarne con la seconda e la terza insieme. Insieme perché fondamentalmente le due stagioni sono estremamente legate tra loro e chiudono in qualche modo la prima parte della serie.

Continua a leggere