Superhero Legacy: tutte le incarnazioni di Spider-Man

Spider-Man

CHI È SPIDER-MAN?

L’adolescente Peter Parker, imbranato quanto intelligente, morso da un ragno reso radioattivo durante una visita scientifica con la scuola acquisì i poteri proporzionali di un ragno: forza, agilità, la capacità di aderire ai muri e un particolare senso di ragno che lo avverte dai pericoli. Inizialmente decise ad usare i suoi poteri per fare dei soldi partecipando a degli incontri di wrestling fino al giorno in cui un ladro rubò i soldi degli incassi e Peter, deluso e arrabbiato per non essere stato pagato come pattuito, lo fece scappare, quello stesso ladro ucciderà suo zio Ben, l’uomo che lo ha cresciuto come un padre. Peter imparò la lezione più dura nel modo più duro “da un grande potere derivano grandi responsabilità” e da quel momento decise di usare i suoi poteri per impedire che altri possano morire.

Ma Peter Parker non è stato il solo Uomo Ragno. Nel corso degli anni altri hanno portato avanti la sua missione, non sempre con scopi benefici, andiamoli a scoprire. Continua a leggere

Annunci

The Amazing Spider-Man 2: il potere di Electro – Recensione

amazing_spiderman_2Titolo originale: The Amazing Spider-Man 2
Anno: 2014
Regia: Marc Webb
Sceneggiatura: Alex Kurtzman, Robert Orci, Jeff Pinkner Continua a leggere

Cinecomics: i migliori dieci film di Supereroi

I dieci migliori film tratti da un fumetto di supereroi. Primo appuntamento con le classifiche dei cinecomics secondo Omniverso (i prossimi saranno i migliori cinecomics non supereroistici e i peggiori cinecomics di sempre). In realtà non è una vera e propria classifica, nessuna posizione attribuita ai titoli, solo i dieci film che riteniamo il meglio del meglio del genere. Sicuramente qualche mancanza, come i Batman di Tim Burton, farà storcere il naso ad alcuni fan ma se mancano è solo perchè sono appena dopo i titoli proposti.

Se volete scoprire quali sono i nostri preferiti vi basta sfogliare le pagine poco più in basso. Buon divertimento!

Aggiornamenti: versione riveduta e corretta. X-Men: giorni di un futuro passato e Captain America: The Winter Soldier prendono il posto di X-Men 2 e Iron Man.

x-men_days_of_future_past_poster

X-MEN: GIORNI DI UN FUTURO PASSATO
(Bryan Singer, 2014)

Dopo oltre dieci anni Bryan Singer ritorna alla regia del settimo capitolo della saga cinematografica dei mutanti Marvel (sequel di X-Men: l’inizio, vedi più sotto) e lo fa in grande stile. Basato sulla storica saga omonima del fumetto la storia incrocia passato e futuro dei mutanti, un viaggio nel passato per salvare il futuro nel migliore capitolo della saga (finora!)

per approfondienti: X-Men: giorni di un futuro passato – Recensione


captain-america-the-winter-soldier-international

CAPTAIN AMERICA: THE WINTER SOLDIER
(Anthony e Joe Russo, 2014)

Sequel del buono, ma forse un pò timido, film del 2011. Una spy story perfettamente equilibrata per un tassello fondamentale del Marvel Cinematic Universe.

Per approfondimenti: Captain America: The Winter Soldier – La quasi recensione e alcune riflessioni


iron_man_3_poster

IRON MAN 3
(Shane Black, 2013)

Iron Man 3 rappresenta un ottimo debutto per la Fase 2 dei Marvel Studios nell’ambito del Marvel Cinematic Universe dopo gli eventi di The Avengers. Un leggero cambio di rotta rispetto ai precedenti capitoli dovuto al cambio di regista, Shane Black.

Per approfondimenti: Iron Man 3 – La recensione

X-Men l'inizio

X-MEN: L’INIZIO
(Matthew Vaughn, 2011)

Quinto capitolo cinematografico dedicato agli X-Men e primo episodio di una nuova saga nonchè prequel (con qualche retcon) della trilogia realizzata da Singer e Rattner. Dopo quattro film, di cui due di scarso risultato (X-Men: conflitto finale, X-Men le origini Wolverine) come si può ottenere un grande film? Ce lo mostra Matthew Vaughn (già regista di Kick-Ass) con la storia della nascita dell’amicizia tra Xavier ed Erik Lensherr, il futuro Magneto, e di come sono nati gli X-Men inserendole in modo realistico in un contesto storico molto importante come la crisi dei missili Cubana. Ottime interpretazioni da parte di James McAvoy nei panni del giovane Xavier, Michael Fassbender nella parte di Erik e Kevin Bacon nel villain Sebastian Shaw.


Marvels-The-Avengers

THE AVENGERS
(Joss Whedon, 2012)

Amato da molti, odiato da pochi, The Avengers il film diretto da Joss Whedon è un progetto che indipendentemente dai propri gusti non può lasciare indifferenti. Il risultato di un progetto iniziato con Iron Man nel 2008, un film capace di mettere insieme diversi personaggi provenienti da altrettanti film, impresa non facile ma decisamente riuscita. Il cinecomics definitivo, un vero e proprio fumetto che prende vita riproponendo schemi tipici ai fan. Divertimento, azione ed epicità mischiati perfettamente.


batman-begins

BATMAN BEGINS
(Christopher Nolan, 2005)

Nel 2005 anni dopo le magnifiche opere cinematografiche di Tim Burton, Batman (1989) e Batman il ritorno (1992), ritorna nelle sale cinematografiche uno degli eroi più amati del globo, Batman, con ben poche aspettative dopo i film ritenuti dai più “trash” di Joel Schumacher, Batman Forever, e il vero disastro Batman e Robin. Il regista Christopher Nolan e la sceneggiatura di David Goyer, riescono a dare  all’eroe oscuro, interpretato questa volta da Christian Bale, una credibile origine ispirata dai fumetti ma con impatto realista di grande presenza, ottenendo così una vera e propria reinterpretazione dell’universo batmaniano. Batman Begins non è solo la nascita di un eroe circondato da gadgets e in questo caso vere e proprie auto militari, ma è sopratutto la preparazione psicologica e spirituale dell’eroe alla leggenda che diverrà, un film ricco di psicologia e con una dose giusta di azione. Dopo anni Batman vive ancora.


il_cavaliere_oscuro

IL CAVALIERE OSCURO
(Christopher Nolan, 2008)

Dopo il successo inaspettato e l’ottima riuscita di Batman Begins , il duo Nolan/Goyer riesce sulla stessa linea realistica, riflessiva e psicologica del precedente capitolo, a regalarci un altro must del cine-fumetto. Il Cavaliere Oscuro è lo scontro dell’eroe con se stesso, lo scontro della maschera con ciò che ha creato nella quasi totale distruzione dei suoi ideali in un contesto che nel film è molto, e volutamente, politico rispetto alla società americana e di fronte al concetto stesso di giustizia, follia e moralismo nella sua gente. A far cadere Gotham e lo stesso Batman nel caos ci pensa il Joker di un  magistrale di Heath Ledger, Oscar postumo nello stesso anno per il ruolo, la sua interpretazione gli regala una parte nella lunga lista dei “cattivi cult” del cinema  allo stesso livello del precendente Joker di Jack NIcholson nel film del 1989. Il finale epico e l’ascesa di Batman a eroe che sacrifica la sua morale per una causa più giusta diventando odiato e quindi oscuro non solo nel titolo, consacrano questo film come uno dei più amati dai fans dei fumetti e non solo. Ma attenzione al Joker! Non farà cadere solo le certezze di batman di minuto in minuto, forse farà cadere anche le vostre!


RICHARD DONNER DIR CUT

SUPERMAN II – THE RICHARD DONNER CUT
(Richard Donner, 2006)

Uscito nel 1980 Superman II di Richard Lester non è la versione pensata originariamente come sequel per il film del ’78 di Donner licenziato dai produttori nonostante avesse gia girato il 75% delle scene di questo sequel. Nel 2006 viene finalmente rilasciata direttamente in dvd la versione originale del film, The Richard Donner Cut, con un montaggio diverso voluto da Donner, sostituendo le scene girate da Susannah York (Lara la madre naturale di Superman) con quelle girate da Marlon Brando (Jor El) e presentando eventi differenti da quelli della versione cinematografica di Lester andandone a riparare alcunid difetti. Purtroppo l’edizione italiana della pellicola è solo in lingua originale sottotitolata rilasciata in cofanetto assieme alla versione ufficiale.


spiderman_raimi

SPIDER-MAN
(Sam Raimi, 2001)

Sam Raimi deve aver fatto sua la regola del da un grande potere derivano grandi resposabilità realizzando la prima trasposizione cinematografica su Spider-Man, grande successo di critica e pubblico. Il primo vero grande successo dei cinecomics dell’era moderna. Con Tobey Maguire nei panni di un Peter Parker che deve tanto alla versione classica del personaggio contro la sua nemesi Green Goblin interpretata da un ottimo Willem Defoe.
Capostipite di una trilogia interamente firmata del regista.


watchmen_movie

WATCHMEN
(Zack Snyder, 2009)

La trasposizione cinematografica della celebre graphic novel scritta da Alan Moore e disegnata da Dave Gibbons, diretta da Zack Snyder (300, L’uomo d’acciaio), forse un titolo poco conosciuto alla massa. Watchmen è la modifica della storia globale con l’avvento degli eroi, ma non solo è una critica alla politica e alla morale creata e pensata dall’uomo, come singolo e come massa, gli eroi di Watchmen non sono quelli dei fuemtti paradossalmente, sono anche peggio! Ed è proprio in quell’ “essere peggio”, che il lettore non si aspetta, che ci troviamo di fronte al racconto dettagliato della psicologia umana da parte di uno dei protagonisti della vicenda, Rorschach, uno dei vigilanti banditi ormai da un mondo stanco delle maschere e sull’orlo di una guerra globale. Il film di Snyder ricostruisce perfettamente il pathos e l’ambientazione di quasi ogni vignetta in modo quasi ossessivo, la pellicola è una delle migliori rese di un fumetto estremamente complicato su grande schermo, le piccole differenze dal fumetto non tolgono mai ma arricchiscono anzi un così complesso significato in cui non c’è posto per dei o uomini tanto meno per buoni o cattivi, ma solo per l’amore, l’amore per il miracolo che dovrebe essere l’uomo.