Carrie di Stephen King

Passando dal Libraccio ho avuto modo di recuperare a soli due euro una vecchissima edizione pocket di Carrie, il primo romanzo mai pubblicato da Stephen King nel 1974, un edizione un po’ malconcia ma per quella cifra lo potevo forse lasciare sullo scaffale? Inoltre è l’unica edizione che non abbia in copertina la locandina o una scena di uno dei film che ne sono stati tratti. E l’ho letteralmente divorato, non che sia così lungo ma per il poco tempo che riesco purtroppo a dedicare alla lettura di romanzi è un mezzo miracolo, tra fumetti, film e scrivere degli stessi non è facile gestire tante passioni.

Continua a leggere

Scary Stories To Tell In The Dark (A Geek League Hallowgeek special)

Scary Stories To Tell In The Dark

Quale miglior modo per festeggiare questo Halloween 2020 in compagnia della Geek League, ma senza dolcetto o scherzetto che di terrificante quest’anno c’è solo la minaccia di un nuovo lockdown, se non parlando di un film che inizia proprio la notte di Halloween?
Mi riferisco a Scary Stories To Tell In The Dark, film del 2019 diretto da André Ovredal e prodotto da Guillermo Del Toro e basato sulla serie di antologie di racconti horror per bambini scritti da Alvin Schwartz tra il 1981 e il 1991. Ma a differenza dei libri di Schwartz il film non è a episodi ma presenta una trama originale che altri non è che un pretesto per mettere in scena alcuni dei racconti.

Continua a leggere

EX-Communication

Ex-Communication cover

A cinque anni dal secondo libro torniamo a parlare della EX-Series di Peter Clines, la saga fantascientifica che unisce supereroi e zombie, con EX-Communication. Cinque anni perché la pubblicazione italiana della serie da parte di Multiplayer Edizioni è stata interrotta proprio con il secondo volume lasciando con la bocca asciutta chi come me aveva apprezzato, per cui l’anno scorso quando mi recai a Londra per il mio viaggio di nozze fui felicissimo di trovarlo tranquillamente nelle bellissime e grandissime librerie locali nella sezione Sci-Fi, ovviamente in lingua originale. Continua a leggere

Brightburn – Recensione

L'angelo del male Brightburn locandina film

Per chi come me è cresciuto pane e fumetti non è cosa nuova vedere varianti dei propri eroi, versioni reimmaginate degli stessi, ufficiali e non, in cui la loro vita invece di andare per la strada canonica che tutti conosciamo ha deviato per un altra, spesso anche reimmaginandoli in versioni distorte e malvagie. Come Superman. Continua a leggere

Dracula, la miniserie BBC – Recensione

Dracula serie tv BBC/Netflix

Dal 4 Gennaio Dracula, miniserie andata in onda su BBC scritta e ideata da Steven Moffat e Mark Gatiss (il duo di Sherlock) è disponibile su Netflix, ovviamente non essendomi quasi mai fatta mancare una trasposizione del romanzo e avendolo letto un po’ di anni fa non potevo esimermi questa volta, il risultato è una sensazione alquanto mista tra il già visto, il potenziale non sfruttato a dovere e il disappunto, insomma tutto da buttare? Ni. Continua a leggere

A Geek League Hallowgeek special: Archie tra i morti viventi!

archie-tra-i-morti-viventi

La Geek League torna a colpire e si riunisce per il suo secondo Hallowgeek per parlarvi di storie del terrore, questa volta sotto forma di fumetti e la mia scelta è ricaduta su Archie tra i morti viventi! Continua a leggere

IT: Capitolo due – Recensione

IT Capitolo Due poster

Due anni fa IT si rivelò un successone a livello di critica e di incassi, io stesso lo apprezzai notevolmente pur con la consapevolezza che il romanzo originale di Stephen King è inarrivabile.
IT Capitolo Due è finalmente uscito ma Andy Muschietti sarà riuscito a replicare il risultato? Continua a leggere

Lunga vita a The Walking Dead!

193

Negli ultimi vent’anni i media hanno avuto cambiamenti radicali sia nel progredire che nel retrocedere, oserei dire che ciò sia avvenuto in egual misura e il mondo del fumetto non è stato certo da meno. Quello che risalta più all’occhio è sicuramente la maggiore attenzione che ottengono oggi titoli e case editrici indipendenti dal più accessibile e celebre genere mainstream supereroistico (DC e Marvel su tutti), non che una Image o una Dark Horse non abbiano testate che lo siano altrettanto nella pratica, tuttavia i fumetti costruiti su idee del singolo autore o disegnatore oggi vantano di attenzioni speciali, di approfondimenti, addirittura di una maggiore pubblicità e fiducia da parte del pubblico, ammettiamolo nonostante i tanti successi della DC-Vertigo negli anni, che contribuirono a spezzare il ritmo incessante e soffocante delle tutine aderenti, non si riusciva comunque a immaginare una così grande apertura del pubblico più generico verso questo tipo di prodotti non necessariamente tutti più maturi ma la maggioranza, rimaneva un genere di nicchia che viveva di passaparola tra lettori o fumettari di fiducia su cui al massimo esercitare il proprio snobismo, se oggi anche solo grazie a un po’ di pubblicità e alla giusta sinossi il ragazzino di turno si lascia coinvolgere facilmente da qualcuno che non spara ragnatele o ha l’auto superfiga lo si deve più che altro a un titolo, piaccia o meno, sopravvalutato o meritevole, commercialata o poesia, il fumetto che più è stato capace in questi ultimi 16 anni di dare filo da torcere tramite numeri di vendita e merchandise agli imperi imprescindibili che si sono a loro volta dovuti adattare al fenomeno: la storia semplice di un ormai ex sceriffo e un gruppo di persone che d’improvviso sono costretti a vivere in un mondo di morti, in mezzo agli zombie le avventure di Rick Grimes, famiglia e soci ci hanno raccontato le relazioni e i sentimenti umani in un tipo di storia che se ne fregava di cause scientifiche o razionali, riportando l’horror al suo genere base e solitamente più potente, quello metaforico del malessere, dei sentimenti, della cattiveria, della crescita, della sopravvivenza e della mancanza. Questo è The Walking Dead di Robert Kirkman, cominciato nell’Ottobre del 2003 e conclusosi col numero 193 il 3 Luglio 2019… e questo è il saluto che voglio dedicare all’ultima serie di fumetti a cui abbia veramente voluto bene. Continua a leggere

Evil Dead 2 vol.1: morte oltre l’alba – Recensione

Evil-Dead-2-vol-1-weird-book-cover

Arrivano per la prima volta in Italia grazie a Weird Book i fumetti tratti da Evil Dead 2, il secondo capitolo della saga cinematografica conosciuta in italia con il titolo La Casa, diretta da Sam Raimi, con le avventure di Ash Williams che fa riferimento ai primi due capitoli della saga ignorando il viaggio nel tempo compiuto dal protagonista ne L’Armata delle Tenebre, beh più o meno. Continua a leggere