Wolverine: Arma X – Recensione

Marvel Must-Have Wolverine: Arma X

Non me ne vogliano i vari Chris Claremont, Mark Millar e tutti gli altri autori che si sono cimentati con il personaggio di Wolverine scrivendone storie più o meno importanti ma per me Arma X di Barry Windsor-Smith è LA storia definitiva di Wolverine, non solo per via del carattere affettivo che provo per quella che fu essenzialmente la prima storia a fumetti che lessi da bambino non solo su Wolverine ma sui mutanti Marvel in generale, non solo perché narra quelle che sono le vere origini del personaggio (con tutto rispetto per Wolverine: Origini di Paul Jenkins) ma anche e soprattutto perché ci troviamo di fronte ad una storia monumentale, una storia dedicata ad un personaggio mainstream ma concepita e realizzata con altissima autorialità qualcosa che oggi fatico molto a trovare.

Continua a leggere “Wolverine: Arma X – Recensione”

Gli X-Men di Jonathan Hickman

House of X Johnathan Hickman

Gli X-Men sono stati i miei personaggi Marvel preferiti, se siete lettori di fumetti ve ne sarete accorti dal mio nickname, praticamente ho letto quasi tutto ciò che è stato pubblicato dagli inizi del 1963 fino al 2015, insomma in concomitanza con la conclusione del ciclo di Brian M. Bendis e l’inizio di Secret Wars, guarda caso quest’ultima scritta proprio da Jonathan Hickman. Quel quasi tutto è dovuto al fatto che mi manca un bella fetta del mensile di Wolverine, di conseguenza un po’ tutte le serie che son finite su quel mensile le ho lette solo parzialmente, quindi Cable, X-Man, Excalibur, quelle lì. Poi succede che la lettura diventa routine, anzi nemmeno routine, diventa quasi un obbligo e la magia svanisce, non è successo solo con gli X-Men ma con un po’ tutte le serie Marvel che seguivo all’epoca, le serie cominciavano ad essere troppe e troppo spesso di scarsa qualità. Onestamente se avessero pubblicato i cicli successivi in volume li avrei letti più che volentieri, non avrei avuto serie in appendice di scarsa qualità e interesse da parte mia ma Panini non ne fece nulla, io cercai di leggere qualcosa in lingua originale della serie scritta da Jeff Lemire ma anche lì finì presto per abbandonare, e diciamola tutta, non è che brillasse molto.

Continua a leggere “Gli X-Men di Jonathan Hickman”

Harleen – Recensione

Harleen Panini Comics

Il volume unico scritto e disegnato da Stjepan Šejić edito da Panini Comics sotto etichetta DC Black Label reinventa le origini di Harley Quinn staccandosi dalla continuity attuale che la interpreta come antieroina (o proprio un’eroina particolare) ma anche da quella precedente in cui il personaggio originale vedeva luce esclusivamente come villain.
“La dottoressa Harleen Quinzel è una giovane psichiatra decisa a trovare una cura per la follia che flagella Gotham City. Le sue teorie sono rivoluzionarie a per provarle dovrà studiare le menti disturbate dei detenuti più pericolosi dell’Arkham Asylum. Più tempo passa con i suoi pazienti, però, più viene attratta da uno di loro in particolare…e più si allontana dalla realtà.”

Continua a leggere “Harleen – Recensione”

Abara – Recensione

Con Abara il mangaka Tsutomu Nihei torna agli scenari distopici che lo hanno reso famoso con una storia che pare pescare a piene mani dai tokusatsu reinventandoli.
In un futuro imprecisato fanno la loro comparsa i Gauna, creature che sono in grado di creare un esoscheletro intorno al proprio corpo e di plasmarlo per farne delle armi. L’Optometrista Todohomi contatta il giovane Ito Kudo per fermarli, il quale accetta con riluttanza trasformandosi a sua volta in un Gauna Nero, in contrapposizione al bianco dei mostri.

Continua a leggere “Abara – Recensione”

Wolverine: Snikt – Recensione

Wolverine: Snikt!

Nel 2003 il mangaka Tsutomu Nihei venne ingaggiato dalla Marvel Comics per realizzare una miniserie in cinque numeri con protagonista Wolverine.
Wolverine: Snikt! (con il punto esclamativo), come il suono degli artigli quando vengono sfoderati, trasporta il mutante in un futuro distopico devastato da creature chiamate Mandate che hanno quasi sterminato l’umanità, l’unica cosa che può ucciderli è l’adamantio che ricopre le ossa di Wolverine.

Continua a leggere “Wolverine: Snikt – Recensione”

Superman: Anno Uno – Recensione

Superman: Anno Uno

Diciamo la verità: sono anni che la DC Comics cerca in tutti i modi di spremere il più possibile il nome di Frank Miller realizzando i vari seguiti de Il Ritorno del Cavaliere Oscuro, una delle opere più importanti del fumetto moderno, arrivando pure a stabilire retroattivamente una continuity in una sorta di Millerverse chiamato Terra-31. Ed è proprio in questo scenario che si svolge Superman: Anno Uno (Year One), ovvero le origini dell’Uomo d’Acciaio visto proprio in Dark Knight Returns.

Continua a leggere “Superman: Anno Uno – Recensione”

David Murphy 911 – Recensione

David Murphy 911 1 nel peggiore dei casi

In questo periodo di quarantena forzata in cui non abbiamo possibilità di andare in fumetteria o di acquistare da Amazon molti editori e autori si sono dedicati a proporre diversi titoli in digitale a prezzi super scontati o addirittura regalati, come nel caso di David Murphy 911 di Roberto Recchioni e Matteo Cremona, cosa che ha spinto pure un irriducibile della carta come me a buttarmi sul digitale e devo ammettere che mi si è aperto un mondo che difficilmente ora lascerò.

Continua a leggere “David Murphy 911 – Recensione”

X-Men: Dio ama, l’uomo uccide – Recensione

x-men-dio-ama-luomo-uccide

Dio ama, l’uomo uccide è tra le storie degli X-Men e tra le graphic novel Marvel più famose di sempre, non a caso è stata fonte di ispirazione per il film X-Men 2. Nel rileggerla, a distanza di anni dalla prima volta, nel terzo Marvel Omnibus dedicato agli X-Men di Chris Claremont non ho potuto fare a meno di apprezzarla ancora di più e di notare tristemente quanto continui essere attuale a distanza di quasi 40 anni. Continua a leggere “X-Men: Dio ama, l’uomo uccide – Recensione”

Blog su WordPress.com.

Su ↑