I Transformers a fumetti: l’epoca DreamWave

Transformers: Generation One

Dopo la conclusione di Transformers: Generation 2 della Marvel Comics nel 1994 i Transformers sparirono dagli scaffali delle fumetterie.
Nel 2000 sulle pagine della nota rivista di settore Wizard venne pubblicato un articolo dedicato ad interpretazioni moderne di diverse serie e properties anni ’80, titoli come Masters of the Universe, Thundercats e G.I.Joe venivano reinterpretati da artisti come Ed McGuinness, Jim Cheung e J.Scott Campbell. All’appello non potevano di certo mancare i Transformers la cui interpretazione venne fornita dal disegnatore Pat Lee, fondatore della DreamWave Productions, studio canadese creato dallo stesso Lee con suo fratello Roger nel 1996 come etichetta sotto la Image Comics.
Con uno stile moderno che senza nasconderlo strizzava l’occhio ai mecha di manga e anime giapponesi colpì notevolmente il fandom e pochi mesi dopo l’artista ebbe nuovamente la possibilità di disegnare ancora i Transformers sempre sulle pagine di Wizard in un articolo intitolato come disegnare i mecha.

Continua a leggere