Superhero Legacy: tutte le identità di Goblin

green-goblin.jpgGoblin (Green Goblin) è un criminale dei fumetti Marvel Comics creato da Stan Lee e Steve Ditko nel 1964 sulle pagine di Amazing Spider-Man #14. Goblin è il più grande avversario di Spider-Man ma nel corso degli anni sono stati molteplici i personaggi ad averne indossato la maschera. Continua a leggere

Annunci

Forse è il caso di riprendere l’attività

Son passati quasi due mesi da quando ci siamo salutati, avevamo messo in stand by il blog a causa del nostro trasloco, quindi di fatto la “redazione” di Omniverso (così fa più figo e professionale) si è spostata in una nuova location che è ancora work in progess. In questi quasi due mesi tanti lavori, tante cose da fare, contratti da chiudere e altrettanti da aprire, problemi su problemi che giustamente (#sarcasm) son saltati fuori e alcuni dei quali sono ancora da risolvere, problemi che di volta in volta ritardavano il nostro ritorno (mentre prosciugano il nostro conto), anche se devo ammettere che avremmo potuto riprendere prima ma, almeno per quanto mi riguarda ad un iniziale premura nel voler fare il più possibile per sistemare casa, spesso lavorando fino alle ventitre/mezzanotte come un pazzo, è seguita una voglia di tornare a cazzeggiare come non succedeva da tempo, insomma non ne avevo proprio voglia di mettermi a scrivere quattro fregnacce qua sopra, cioè lo spirito era forte ma il fisico (e la testa) un po’ meno, dopotutto lontano da lavoro (quello vero) ci son potuto stare solo per una settimana e, per fortuna o sfortuna a seconda di come la si vuole vedere, il destino ha voluto che questo lavoro avesse un incremento notevole proprio in questo periodo, per farvi capire per riuscire a dormire e riposare fino alle 9:30 del mattino c’è voluta la malattia dei giorni scorsi, una roba passeggera non preoccupatevi, comprensibile da parte vostra un mio necessario bisogno di rilassarmi per ricaricare le pile, magari giocando a Red Dead Redemption II o guardando qualche serie tv di cui forse parleremo qua.

Non solo, il mese scorso ha visto pure la scomparsa di Stan Lee, inutile dire che per un fumettomane come me cresciuto pane e fumetti, soprattutto Marvel, è stato un grosso dispiacere ma mentirei se vi dicessi che è stato inaspettato. Altrettanto inutile dire che senza Stan Lee probabilmente non sarei la persona che sono oggi e indubbiamente non sarei qua a scrivere e cianciare di fumetti sull’internet. Ciao Stan, grazie di tutto. Excelsior!

E niente, sto sproloquio inutile serve solo a dirvi che da oggi siamo ufficialmente tornati, anche se in realtà il primo vero post lo leggerete solo domani mattina. Spero solo di riuscire a mantenere la cadenza che avevo raggiunto negli ultimi mesi prima della pausa, per questa settimana ci siamo.

Ci si legge sul blog!

Marvel Super Heroes: lo sticker album Panini

Marvel Super Heroes sticker album Simone Bianchi

Come accennato un paio di settimane fa nel post dedicato a Lucca Comics alla manifestazione ho acquistato l’album delle figurine Marvel Super Heroes, il primo dedicato ai supereroi dei fumetti. Ne parlo solo ora perché… beh per ben due settimane non ho potuto acquistare un pacchetto di figurine che al mio edicolante non sono arrivate, e tutt’ora mancano, quindi dopo essere arrivato a pensare “ma che cavolo l’ho preso a fare sto album?” mi son deciso a cercare in un altra edicola per poi trovarle anche in fumetteria, perché Panini trattando di supereroi ha ben deciso di distribuirle in blister nelle fumetterie. Continua a leggere

Marvel contro DC, quando il fanboysmo genera disinformazione

Come succede ogni volta all’uscita di un cinecomics al cinema si riaccende l’ormai sterile faida tra integralisti Marvel e integralisti DC ma non è tanto di film che voglio parlare ma di fumetti, di una cosa che sono anni che leggo da parte dei sedicenti fan DC Comics ovvero che i fumetti DC sono da sempre più adulti e introspettivi di quelli Marvel, più leggeri e scanzonati. Madoo che cazzaaataaa! Continua a leggere

Captain America: Civil War – Recensione

civil warCaptain America: Civil War è davvero fantastico, quasi perfetto. Ma non il migliore della saga. Almeno non per noi. Sicuramente tra i migliori dell’intero franchise, forse appena sotto a The Winter Soldier e al fin troppo sottovalutato Iron Man 3. Indubbiamente è il miglior film degli Avengers.

Ma quindi è un film su Captain America o sugli Avengers? Entrambe le cose. Qualcuno lo ha definito come un Avengers 2.5 ma personalmente lo definirei meglio chiamandolo Captain America & The Avengers.

Il film si ispira ad una delle più importanti storie a fumetti della Marvel moderna (se ne parlava qui) in cui ci si interrogava sulla legittimità delle azioni dei superumani e sul ruolo dei superumani stessi, con un pizzico della serie solista del Winter Soldier di Ed Brubaker. Il film dei fratelli Russo contestualizza questi quesiti nell’universo cinematografico con le dovute differenze e modifiche senza però snaturarne lo spirito Continua a leggere

Deadpool – la pseudo recensione

deadpool poster movieDeadpool non mi ha mai fatto impazzire, anzi sono fortemente convinto che il suo successo degli ultimi anni sia totalmente immeritato, sono davvero poche le letture che lo vedono protagonista ad essere davvero belle e per belle intendo dove il personaggio non faccia SOLO il pagliaccio. Ma non è affatto immeritato il successo del suo film che è davvero riuscito e fatto bene eh. Sarò breve, non starò qua a dire niente che non abbiano già detto in altre recensioni se non che il personaggio è assolutamente fedele Continua a leggere

Il CEO della Warner sulle differenze tra i film DC Comics e Marvel

Batman-V-Superman-Dawn-of-JusticeIl CEO della Warner Kevin Tsujihara ha parlato della diversa natura dei cinecomics DC rispetto a quelli Marvel alla Morgan Stanley Technology, Media & Telecom Conference.

I grandi franchise stanno acquistando sempre più valore. Non c’è bisogno di spiegare al consumatore cosa sia Batman V Superman. L’aspetto principale è che i film, gli show televisivi e i videogiochi sono tutti molto dissimili fra loro, perché devi essere in grado di impiegare a tuo vantaggio le varie diversità di questi personaggi. I mondi della DC Comics non sono come quelli Marvel, hanno i piedi ben piantati in un terreno fatto di realismo e sono un po’ più audaci e rispetto a quelli Marvel.

Questa dichiarazione merita di essere analizzata e per farlo facciamo un salto indietro di 50 anni, nella Silver Age dei fumetti, ovvero il periodo di nascita della Marvel Comics e dello stile all’epoca rivoluzionario con cui Stan Lee e soci approcciavano il genere dei supereroi da qualche anno in crisi. Continua a leggere