When Bad Guys Turn Good: Top 10 cattivi diventati buoni

05. PICCOLO
(DRAGON BALL)

PiccoloIl Grande Mago Piccolo fu il primo vero grande nemico di Goku in Dragon Ball intenzionato ad impossessarsi delle Sfere del Drago per poter ritornare giovane, durante il suo cammino uccise Crilin, il mastero Muten e Jiaozi fino a quando non venne fermato da Goku. Prima di morire riuscì però a generare un erede, una sorta di reincarnazione intenzionata a portare a termine il lavoro del padre. Tre anni dopo i due si scontrano alla finale del Torneo Tenkaichi e dopo una lunga battaglia Goku ne esce vincitore ma decide di risparmiare il proprio avversario per poterlo affrontare nuovamente. Cinque anni dopo sulla Terra arriva Radish, fratello di Goku che si scopre appartenere alla razza Saiyan, e Piccolo resosi conto della minaccia che rappresenta per i suoi piani si vede costretto ad allearsi con il rivale. Nello scontro Goku si sacrifica per sconfiggere Radish che però annuncia che da li ad un anno altri due Saiyan ancora più forti di lui giungeranno sulla Terra. In quell’anno Piccolo decide di allenare il figlio di Goku, Gohan, di soli cinque anni nel quale ha visto un enorme potenziale per poter sconfiggere i Saiyan. Inaspettatamente durante la battaglia Piccolo si sacrifica per salvare la vita di Gohan al quale si era affezionato. Una volta ritornato in vita grazie alle Sfere di Namecc (suo pianeta natale) si avvicinerà sempre di più alla famiglia di Goku e continuerà a fare da maestro a Gohan.

04. XENA
(HERCULES/XENA: PRINCIPESSA GUERRIERA)

xena-warrior-princess-screenlastepisodeXena compare la prima volta come antagonista ricorrente di Hercules durante la prima stagione dell’eroe greco, la voglia di cambiamento di Xena avviene proprio dopo l’incontro con il figlio di Zeus conquistando l’anno successivo una serie personale. Prima dell’incontro con Hercules, Xena ha passato un’infanzia difficile perdendo il fratello e venendo abbandonata dalla propria madre, dopo un adolescenza fatta di crimini, spade e sopravvivenza, arriva ad avere un proprio esercito di briganti, razzia città, uccide innocenti con noncuranza e ci prende molto gusto a farlo, la sua vita solitaria è l’unica cosa che conta dopotutto. Nella prima stagione della propria serie tv, la principessa guerriera convive in modo tormentato con il suo passato sperando che azioni piccole ma degne di nota le possano portare la redenzione ma probabilmente non sa nemmeno lei cosa cerca, sembra che l’unico incontro che gli abbia cambiato la vita sia appunto quello con Hercules, in realtà a cambiargli presto la vita arriverà una donna, Olimpia, una ragazza che è proprio il contrario di lei; la vera avventura di Xena e la ricerca di uno scopo più nobile partono proprio da questo incontro. Durante ben sei stagioni la principessa guerriera affronta qualsivoglia nemico, impero, perfino demoni e dei, in una marea di avventure ed intrighi, percorrendo i continenti in questo grande viaggio fittizio che non è fine all’azione ma ad un vero e proprio cammino interiore. Xena grazie ad Olimpia con il passare delle stagioni diventa davvero più umana e una vera eroina, una persona che non salva la vita per il proprio egoismo ma per il gusto di portare finalmente giustizia, d’altro canto Olimpia diventa a suo modo una guerriera e non più una “damigella da salvare”, completandosi così a vicenda. Queste due donne che hanno incontrato amici, furfanti e pericolosi nemici, sono diventate nel frattempo madri, amiche e anche amanti (rapporto mantenuto molto ambiguo fino alla fine) contro un mondo governato dai soli uomini e che sembra non trovare una speranza di salvezza. Alla fine però Xena la salvezza la trova, sacrificandosi in un gesto di vero amore per le anime delle persone da lei stessa uccise, anch’esse finalmente libere. Ci sarebbe molto da dire sul commovente finale ma il sorriso di Olimpia mentre parla allo spirito di Xena non ha bisogno di alcuna parola.

ATTENZIONE: Articolo multipagina, i commenti sono abilitati solo nella prima pagina.

pagina: 1 2 3 4 5 6 BONUS