Batman: il manicomio del Joker

Batman: il manicomio del Joker vol.2 RW Edizioni

Per il Batman Day 2020 alcuni membri del collettivo noto come Geek League si sono riuniti sul tetto del GCPD richiamati dal Batsegnale per parlarvi delle avventure del Cavaliere Oscuro e del suo mondo e qui su Omniverso lo facciamo parlando di Batman: il manicomio del Joker.

Prima di Flashpoint, prima dei New 52 c’era la DC Comics che mi piaceva, il Batman che mi piaceva e i nemici di Batman che mi piacevano. Siamo nel 2008 e la DC Comics lancia una miniserie di cinque episodi intitolata Joker’s Asylum, una serie di one-shot ognuno realizzato da un team creativo diverso e ognuno dedicato ad un singolo nemico di Batman: Joker, Pinguino, Poison Ivy, Spaventapasseri e Due Facce. Particolarità di questa antologia è la presenza fissa del Joker, un Joker sinistramente divertente, qui in veste di cantastorie che, come una sorta di Papà Castoro o Zio Tibia, apre e chiude questi racconti con protagonisti i suoi compagni di cella nell’Arkham Asylum rivolgendosi al lettore stesso, in cui Batman è poco più di una comparsa. A questa miniserie fece seguito una seconda miniserie del 2010, stessa impostazione della prima ma questa volta con protagonisti l’Enigmista, Harley Quinn, il Cappellaio Matto, Killer Croc e Clayface. Entrambe le miniserie sono arrivate in Italia con un enorme ritardo solo nel 2013 grazie a RW Edizioni che le ha raccolte in due volumi della collana Batman Library con il titolo Il manicomio del Joker.

Continua a leggere

Ultimate Mortal Kombat 3 & Mortal Kombat Trilogy

Ultimate Mortal Kombat 3 Ninjas

Mortal Kombat 3 fu oggetto di ben due update, Ultimate Mortal Kombat 3 e Mortal Kombat Trilogy, usciti rispettivamente nel Novembre 1995 e nell’Ottobre 1996.

Continua a leggere

Cobra Kai – Strike First, Strike Hard, No Mercy

Cobra Kai

Cobra Kai è quella serie che guardi un po’ per curiosita che ti colpisce talmente forte e senza pietà da fartene innamorare follemente. Si perché vedete, io non sono mai stato un fan di Karate Kid, pur avendo visto tutti i film della saga, mai sopportato Daniel Larusso che ovunque andasse finiva per essere preso di mira da qualcuno, e ovviamente senza difendere una brutta cosa come il bullismo, fossi stato in lui due domande me le sarei fatte. In parte Cobra Kai vuole anche rispondere a questo, mi incuriosiva proprio il fatto di voler narrare la vicenda dal punto di vista del cattivo, quel Johnny Lawrence che finiva steso prendendosi un improbabilissimo calcio in faccia da un altrettanto improbabile Daniel-san.

Continua a leggere

Transformers Powermasters e Pretenders: i giocattoli del 1988 parte 2 – Decepticons

Transformers 1988 toyline box art

Seconda parte della quinta annata di Transformers in cui agli Headmasters e ai Targetmasters si uniscono Powermasters e Pretenders.

Continua da: Transformers: i giocattoli del 1988 – parte 1

Continua a leggere

I Cavalieri dello Zodiaco Episode G Assassin

Con il numero 32 si è concluso in Italia I Cavalieri dello Zodiaco Episode G Assassin, spin off di Saint Seiya di Masami Kurumada realizzato da Megumu Okada e pubblicato nel Bel Paese da Planet Manga.

Continua a leggere

Origini Segrete – Recensione

Origine Segreta film

A Madrid un pericoloso serial killer uccide le sue vittime riproducendo le origini segrete dei supereroi dei fumetti. Un investigatore appena giunto in città si mette sulle sue tracce ma data la natura insolita del caso gli viene affiancato un consulente: il figlio nerd del suo mentore!

Continua a leggere

Mortal Kombat il film del 1995

Il successo di Mortal Kombat e Mortal Kombat II, con milioni di copie vendute per console e migliaia di cabinati sparsi per il mondo, finirono inevitabilmente per attirare l’attenzione di Hollywood che una volta fiutati i soldi mise subito in cantiere un film. Prodotto dalla New Line Cinema e diretto da un giovanissimo Paul W.S. Anderson, il film di Mortal Kombat uscì nei cinema americani nell’Agosto del 1995 (in quelli italiani arriverà solo a Novembre) e fu subito un successo, il primo vero film ispirato ad un videogioco di successo.
Ci avevano provato nei due anni precedenti con Super Mario Bros., Double Dragon e Street Fighter ma con risultati scadenti. Super Mario Bros. fu un flop, Double Dragon praticamente passato inosservato, un po’ meglio andò al rivale Street Fighter con Van Damme ma a parità di costi e guadagno non ci fu partita. Costato 18 milioni di dollari Mortal Kombat ne portò a casa ben 122, rimanendo ancorato al primo posto del box office americano per tre settimane. Flawless Victory

Continua a leggere

Videogiochi dimenticati: Killer Instinct

Verso la metà degli anni ’90, quando ancora il 3D non regnava, Street Fighter e Mortal Kombat si contendevano il titolo di miglior picchiaduro, inseguiti da centinaia di emuli, più o meno famosi, più o meno fortunati , ma tra questi uno in particolare riuscì a distinguersi: Killer Instinct.

Continua a leggere

Transformers Powermaster e Pretenders: i giocattoli del 1988 parte 1 – Autobot

Transformers 1988 toyline box art

Dopo quattro anni e un lento calo delle vendite Hasbro fece di tutto per rendere la linea di giocattoli all’altezza del suo nuovo slogan (More… Much more than meets the eye!) introducendo diverse novità. Cassette e Targetmaster ora erano combinabili tra loro ma la principale novità fu l’introduzione dei Pretenders, Transformers in grado di camuffarsi sotto le spoglie di guerrieri corazzati, mostri e animali che altro non erano che dei gusci. L’idea però non convinse i bambini dell’epoca a causa di modalità veicolo decisamente poco convincenti dovute al fatto che dovevano poter entrare nei gusci. L’altra grande novità fu il ritorno di Optimus Prime come Powermaster, ovvero Transformers che come gli Headmasters e i Targetmasters sono legati a piccoli partner che in questo caso si trasformano in alimentazione esterna. Ma il declino iniziato l’anno prima era destinato ad aumentare a causa del debutto di una nuova linea di action figures concorrente: Teenage Mutant Ninja Turtles. (e bisogna ammettere che questi Transformers erano davvero brutti)

Continua a leggere

Hip Hop N’ Comics: la volta in cui Eminem incontrò The Punisher

In questo appuntamento di Rock Hip Hop N’ Comics, la rubrica in un cui il mondo della musica incontra quello dei fumetti, parliamo di uno dei crossover più strani di tutti i tempi, si anche più strano di quella volta in cui Ash Williams incontrò i Kiss o di quando Archie incontrò Predator. Sto parlando del crossover Eminem/The Punisher!

Continua a leggere